IoT, cloud, big data e mobile spingono il Digitale in Italia

Nell’ambito del convegno significativamente intitolato “Impresa 4.0. Per un’industria italiana più competitiva nell’era digitale” Assinform e Confindustria Digitale hanno reso noti i dati di consuntivo del Digitale in Italia per il 2015 e le previsioni per il triennio 2016-2018, elaborati in collaborazione con NetConsulting cube e Politecnico di Milano.

Se già nel 2015 il comparto ICT ha fatto registrare una crescita complessiva pari all’1%, nel triennio seguente lo sviluppo del settore sarà più sostenuto passando dall’1,5% del 2016 al 2% del 2018.

A trainare la crescita saranno IoT, cloud, big data e mobile, tutti “digital enabler” che crescono e cresceranno a doppia cifra. L’IoT per esempio passerà dai 1.850 milioni di euro del 2015 a 2.850 milioni nel 2018 (oltre +15% in media all’anno); il mobile da 2.784 milioni a 4.072 milioni di euro.

I settori nei quali il Digitale farà maggiormente breccia saranno il Travel, le Assicurazioni, le Utilities e l’Industria.


Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media.
Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende.
E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

franco has 661 posts and counting.See all posts by franco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pin It on Pinterest