Hannover Messe 2017, 70 anni di una fiera ancora giovane

È stata presentata a Milano la prossima edizione di Hannover Messe, in programma dal 24 al 28 aprile 2017 nel centro fieristico della città tedesca, dove sono attesi 6.500 espositori provenienti da 70 Paesi e oltre 200 mila visitatori da 80 Paesi.

L’evento riunisce sotto un unico tetto 7 saloni: Industrial Automation, MDA – Motion, Drive & Automation, Digital Factory, Energy, ComVac, Industrial Supply e Research & Technology. Paese Partner quest’anno è la Polonia, che sarà presente con 200 espositori che occuperanno 500 metri quadrati.

Il valore della digitalizzazione

Il tema conduttore della 70esima edizione sarà Integrated Industry – Creating Value: “Un anniversario importante”, ha sottolineato il senior vice president Marc Siemering, “a cui la fiera si presenta giovane come non mai”. Durante la scorsa edizione sono stati presentati oltre 400 esempi di digitalizzazione applicata alla produzione e all’energia. Dal punto di vista tecnologico, quindi, la quarta rivoluzione industriale è già in corso, ma perché la fabbrica del futuro non resti solo “virtuale” l’industria, i lavoratori e la società devono poterne toccare con mano l’utilità concreta.

Questo sarà pertanto il tema della prossima edizione, a cui prenderanno parte ancora una volta operatori specializzati dei settori in mostra, con un forte potere decisionale. “Il 95% dei nostri visitatori è rappresentato da operatori del settore”, ha confermato Siemering, “Tra questi, il 68% detiene il potere decisionale sugli investimenti della propria azienda, e si presenta in fiera con un budget medio di 550 mila euro”, ha aggiunto.

Gli hot topics

Tra i temi caldi di quest’anno, Industria 4.0, Integrated Energy, Digital Twins, Predictive Maintenance, Digital Energy, robot collaborativi e connessi (Cobots): la fiera leader mondiale per l’industria mostrerà come le imprese possano, anche con risorse limitate, riconoscere e sfruttare il potenziale della digitalizzazione, che trasformerà completamente anche il settore energetico, che in futuro verrà regolato e gestito dal produttore al consumatore attraverso reti di comunicazione intelligenti. Alla Predictive Maintenance, in particolare, sarà dedicata una mostra al Padiglione 19.

Integrated Industry – Creating Value si rivolge anche a coloro che lavorano nella produzione. Grazie alle tecnologie di Industria 4.0 le attività degli addetti alla produzione diventeranno più emozionanti, più diversificate, e quindi “più preziose”. Chi lavora in fabbrica sarà sempre più una persona che risolve problemi e che decide, un innovatore e un fautore della creazione di valore aggiunto.

Integrated Industry non si ferma però alla fabbrica intelligente. In futuro i prodotti resteranno connessi al produttore anche dopo la consegna e continueranno a fornirgli dati preziosi. Così le imprese potranno sviluppare servizi aggiuntivi basati su internet e conquistare mercati al di fuori del loro tradizionale settore di riferimento. In campo energetico i “prosumer” e le centrali virtuali mostreranno le opportunità che si creano con l’integrazione di una produzione energetica decentrata. Un altro esempio viene dal settore della subfornitura, le cui aziende, alla Hannover Messe presenteranno soluzioni che, utilizzando i mezzi della digitalizzazione, saranno più veloci, innovative e personalizzati rispetto al passato.


Daniela Garbillo

Giornalista publicista con oltre vent’anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie alle energie rinnovabili, dall’occhialeria al beauty. Al suo attivo anche importanti esperienze in comunicazione e marketing.

daniela has 18 posts and counting.See all posts by daniela

Un pensiero riguardo “Hannover Messe 2017, 70 anni di una fiera ancora giovane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pin It on Pinterest