Accademia Industria 4.0, l’impegno di Schneider Electric per gli studenti degli Istituti tecnici

Si è tenuta dal 13 al 17 marzo la prima sperimentazione dell’Accademia Industria 4.0, un progetto di Alternanza Scuola Lavoro che Schneider Electric ha ideato per offrire agli studenti l’opportunità di venire a contatto con le competenze e tecnologie che stanno cambiando l’industria, mettendola al centro della trasformazione digitale.

L’iniziativa – avviata in fase sperimentale con la partecipazione di un gruppo di 32 studenti del 4° e 5° anno degli Istituti Tecnici Industriali “Aldini Valeriani” di Bologna e “Fermo Corni” di Modena –  rappresenta un’esperienza articolata e completa. In cinque giornate di formazione intensiva, organizzate presso la sede Schneider Electric di Stezzano (BG), si propone una esperienza di contatto interattiva con il mondo del lavoro, accompagnata da una riflessione sui futuri scenari tecnologici e industriali e da un approfondimento delle tecnologie e soluzioni che consentono la digitalizzazione.

“Schneider Electric ha una visione chiara di come il software e l’automazione al servizio del comparto manifatturiero ed energetico possano dar vita a una fabbrica “smart”. Su questo abbiamo creato un programma ricco e stimolante nel quale si sono alternati più di 30 manager e specialisti  di Schneider Electric come docenti e che, partendo dalle basi progettuali dell’Automazione Industriale, ha permesso di fare conoscere i prodotti, le macchine, le soluzioni ed i software industriali  più innovativi e smart che stanno rivoluzionando i processi di produzione, diventando, anche grazie alla Riforma Calenda, fattore di sviluppo competitivo per le imprese italiane e per il nostro Paese”, sottolinea Massimo Merli, Vice Presidente Industry Business di Schneider Electric Italia.

Terminata la settimana in azienda,  si propongono agli studenti due nuovi obiettivi, piuttosto sfidanti:  trasformarsi da “studenti” in docenti, condividendo con gli altri compagni di istituto quanto hanno appreso durante la formazione, e trasformarsi da “osservatori” a protagonisti della trasformazione digitale nel tessuto industriale locale, realizzando – con il supporto di Schneider Electric – un’ indagine nelle aziende del loro territorio per scoprire quanto sono informate e pronte sul tema dell’Industria 4.0 e del Piano che il Governo italiano ha lanciato per supportare investimenti e innovazione.

Ultimo, ma non meno importante, risultato sarà per gli studenti la possibilità di fare di questa esperienza di Alternanza Scuola Lavoro l’oggetto della tesina da presentare alla maturità.

“L’Accademia Industria 4.0 è una nuova opportunità di alta formazione in azienda che va ad ampliare il nostro impegno diretto per realizzare percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, avviato già negli anni scorsi con l’Accademia Efficienza Energetica. Vogliamo offrire ai giovani opportunità formative di qualità assolutamente allineate con l’evoluzione degli scenari tecnologici e professionali – che nel mondo dell’energia e dell’automazione oggi è guidata dalla trasformazione digitale e da un intreccio sempre più stretto e virtuoso di tecnologie operative connesse ed integrate, che consentono la gestione in remoto dei processi, qualità, saving energetico e sostenibilità”, afferma Laura Bruni, Direttore Influence e Affari Istituzionali  di Schneider Electric Italia. “Approfondire con le nuove generazioni  il valore di un’ interconnessione spinta degli asset, di soluzioni in grado di ottimizzare l’efficienza di energia e produzione, per aumentare la sicurezza e ridurre le emissioni, significa prepararli ad essere i professionisti del futuro”.

Un’azienda intera coinvolta direttamente nella formazione

Un aspetto distintivo dell’Accademia Industria 4.0 e del modo in cui Schneider Electric affronta i progetti di Alternanza Scuola Lavoro è il coinvolgimento strutturato e diretto dei suoi dipendenti nella formazione, con manager ed esperti che lavorano con gli studenti secondo un programma condiviso, strutturato e “co-progettato” insieme alla scuola. Questo dà ancora più valore all’esperienza, perché i ragazzi hanno anche la possibilità di conoscere le varie figure professionali presenti in un’azienda che opera in settori che possono essere sbocco professionale del loro percorso di studio.

“Il nostro obiettivo, in collaborazione con il MIUR – Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca –  è quello di coinvolgere nell’Alternanza Scuola Lavoro 5.000 studenti entro i prossimi 5 anni – naturalmente continuando a portare avanti anche tutte le altre iniziative per la scuola, che dal 2000 ci hanno visti collaborare con oltre 300 istituti coinvolgendo più 20.000 persone fra studenti e docenti”, afferma Gianfranco Mereu, Responsabile dell’Attività Scuole ed Università di Schneider Electric.

Un progetto destinato a crescere

La sperimentazione dell’Accademia Industria 4.0 prevede in novembre il coinvolgimento degli studenti di altri due istituti di Udine e sono in programmazione ulteriori edizioni, visto il buon esito del pilota. L’iniziativa si inquadra anche in un più ampio progetto con cui Schneider Electric vuole proporsi come protagonista attiva della diffusione di informazione e competenze legate all’Industria 4.0, sia nei confronti del mondo educativo sia nei confronti delle aziende. Sono allo studio infatti workshop da realizzare nelle Università Italiane legate all’ingegneria e all’energia; inoltre l’azienda guarda con particolare attenzione agli sviluppi legati alla realizzazione di competence center territoriali previsti dal piano per l’Industria 4.0.

“Il Piano Industria 4.0 è un acceleratore per l’innovazione che si sposa perfettamente con le nostre proposte per lo smart manufacturing”, spiega Sophie Borgne, Industry Marketing Manager di Schneider Electric. “Le tecnologie oggi sono mature. Siamo davanti a un’evoluzione tecnologica che può rivoluzionare il modo di progettare, produrre e distribuire un bene: siamo orgogliosi di renderne partecipi anche i giovani contribuendo alla loro formazione”.


Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media.
Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende.
E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

franco has 661 posts and counting.See all posts by franco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pin It on Pinterest