Enterprise IoT nel 2017: open source in prima linea

di Danilo Maggi*

Nel 2015 abbiamo condotto un sondaggio sull’adozione dell’Internet-of-Things (IoT) in azienda e abbiamo visto che il miglior modo per descriverlo è “cauto”. Se arriviamo ai giorni d’oggi e guardiamo I risultati dell’inchiesta Red Hat svolta nel gennaio 2017 vediamo che questo aggettivo è ancora abbastanza azzeccato. Condotto da TechValidate su richiesta di Red Hat, e con il coinvolgimento di oltre 200 decisori e professionisti IT da una vasta gamma di aziende, il sondaggio mostra che, nonostante l’interesse nel tema IoT stia crescendo, gli effettivi roll-out vengono approcciati con una certa prudenza.

Il 55% degli intervistati considera l’IoT importante per la loro organizzazione, con un aumento del 12 percento rispetto al 2015. Mentre la rilevanza della tecnologia è riconosciuta, le implementazioni presso le aziende coinvolte nel sondaggio è ancora agli inizi, con un numero inferiore al 25% di aziende che stanno concependo, prototipando o codificando un progetto IoT.

In termini di technology mix, la maggior parte (89%) degli intervistati si sta avvalendo dell’open source per i progetti IoT. Il panel ha anche indicato il middleware (22 percento) quale parte più importante del software mix nelle loro implementazioni, confermando quanto siano fondamentali per l’integrazione dell’IoT in ambito business.

 

Al di là della tecnologia, gli intervistati hanno evidenziato che i partner costituiscono un elemento importante dei loro progetti IoT. System integrator (43%), IoT platform provider (43%) ed esperti di comunicazione (31%) sono stati segnalati come collaboratori chiave per la buona riuscita delle implementazioni. Infine, la maggior parte dei rispondenti (58%) guarda all’IoT come mezzo per aprirsi a nuove opportunità di business piuttosto che per migliorare processi o attività esistenti.

Quindi, che cosa indicano potenzialmente questi trend in termini di enterprise IoT per il 2017? Noi riteniamo che le previsioni fatte nel 2015 si stiano avverando: le aziende sono caute nel loro approccio alle nuove tecnologie, e l’IoT non fa eccezione. L’open source è ben posizionato per diventare la tecnologia dominante e i partner saranno fondamentali per il successo dei progetti. Infine, le aziende guardano all’IoT come nuova fonte di business, e non solo come modo per ridurre i costi o supportare le tecnologie esistenti.


* Danilo Maggi è Marketing Manager di Red Hat Italia


Innovation Post

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato all’innovazione e, in particolare, alle tecnologie per il Manufacturing. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e in poche settimane si è già affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è un’idea di Franco Canna, che ne è direttore, e Armando Martin, entrambi giornalisti di lungo corso nel settore delle tecnologie per l’industria.

redazione has 201 posts and counting.See all posts by redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pin It on Pinterest