IoT, cloud, big data e mobile spingono il Digitale in Italia

Nell’ambito del convegno significativamente intitolato “Impresa 4.0. Per un’industria italiana più competitiva nell’era digitale” Assinform e Confindustria Digitale hanno reso noti i dati di consuntivo del Digitale in Italia per il 2015 e le previsioni per il triennio 2016-2018, elaborati in collaborazione con NetConsulting cube e Politecnico di Milano.

Se già nel 2015 il comparto ICT ha fatto registrare una crescita complessiva pari all’1%, nel triennio seguente lo sviluppo del settore sarà più sostenuto passando dall’1,5% del 2016 al 2% del 2018.

A trainare la crescita saranno IoT, cloud, big data e mobile, tutti “digital enabler” che crescono e cresceranno a doppia cifra. L’IoT per esempio passerà dai 1.850 milioni di euro del 2015 a 2.850 milioni nel 2018 (oltre +15% in media all’anno); il mobile da 2.784 milioni a 4.072 milioni di euro.

I settori nei quali il Digitale farà maggiormente breccia saranno il Travel, le Assicurazioni, le Utilities e l’Industria.



Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 775 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Pin It on Pinterest