L’Università Sapienza di Roma entra a far parte del ristretto gruppo internazionale di 22 Atenei che per due anni competeranno al Solar Decathlon Middle East 2018 di Dubai con l’obiettivo di progettare e realizzare in scala reale il miglior prototipo di abitazione sostenibile ed energeticamente autosufficiente.
L’annuncio è stato dato ufficialmente durante la cerimonia di apertura del World Green Economy Summit che si tiene annualmente a Dubai, alla presenza, tra gli altri, del Ministro dei Cambiamenti Climatici degli Emirati Arabi, dell’Amministratore dell’United Nations Development Program, del Direttore Generale dell’International Renewable Energy Agency, e del Console generale d’Italia di Dubai.

solardecathlondubai3

Creato su iniziativa del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti nel 2002, il Solar Decathlon è un concorso biennale internazionale di architettura, design, progettazione e ingegneria, che mira a sviluppare l’innovazione e la trasmissione della conoscenza e della ricerca nel campo delle energie rinnovabili e dell’architettura sostenibile. La sfida offerta alle Università di tutto il mondo è quella di progettare e realizzare – in un contesto accademico, e per un periodo di due anni – un prototipo di abitazione di circa 100 mq con il sole come unica fonte di energia, e di testarne l’efficienza e la qualità ambientale per un periodo di un mese in un sito appositamente dedicato.
L’edizione Solar Decathlon Middle East 2018, organizzata dal Dubai Water and Electricity Authority (DEWA) in collaborazione con il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti d’America (DOE), è la prima edizione di questa importante competizione inter-universitaria ad avere luogo nel Medio Oriente ed avrà come ulteriore sfida per i team in gara quella di doversi confrontare con le difficili condizioni climatiche locali caratterizzate da valori di temperatura ed umidità estremamente elevati.
Il progetto del Team Sapienza, guidato dalla Facoltà di Architettura, intende mostrare con il supporto di sponsor e patrocini di eccellenza, le più avanzate tecnologie per la progettazione e la costruzione di un’abitazione sostenibile in grado di rispondere alle esigenze di efficienza, funzionalità, comfort ed economicità proprie dell’architettura del XXI secolo: una casa smart, sostenibile e del tutto autonoma, che punterà su “shape, envelope, systems e people”.
Il prototipo di abitazione della Sapienza sarà costruito in Italia presso il Centro CEFME-CTP di Pomezia (RM) a partire dal Novembre 2016 per essere poi, nell’Ottobre 2018, trasportato a Dubai nel luogo della competizione dove, perfettamente funzionante, sarà aperto al pubblico e valutato da una giuria internazionale sulla base di 10 contest: la qualità architettonica, il sistema costruttivo, l’efficienza energetica, il comfort interno, la funzionalità delle apparecchiature, l’integrazione con la mobilità elettrica, la sostenibilità ambientale, l’uso della vegetazione, l’innovazione tecnologica e l’efficacia nella comunicazione.
Durante i due anni della fase di realizzazione, il progetto Solar Decathlon del Team Sapienza sarà, infatti, un laboratorio permanente per l’educazione e la formazione sull’architettura sostenibile, sull’integrazione delle fonti energetiche rinnovabili negli edifici, nonché sui più innovativi sistemi domotici per la gestione degli impianti e delle apparecchiature domestiche.



Armando Martin

Ingegnere elettronico e giornalista pubblicista, si occupa da anni di tecnologie industriali e sistemi di gestione come consulente industriale e direzionale. La sua attività professionale si è distinta per un approccio globale e flessibile ai temi dell’automazione, coniugando aspetti tecnici, scientifici, commerciali e di prodotto. E’ autore dei libri “Dizionario di Automazione e Informatica Industriale” (2006), “Comunicazione Industriale” (2010), “Misure per l’Automazione” (2012), “Strumentazione e Tecnologie di Misura” (2015), “Il Dizionario dell’Automazione – Le parole dell’innovazione (2016)”.

Armando Martin ha 21 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Armando Martin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Pin It on Pinterest