Un processore sicuro per smartphone, wearable, realtà aumentata e machine learning

Al CES di Las Vegas, in corso in questi giorni, Qualcomm ha presentato l’ultimo gioiello della sua famiglia di processori di fascia alta dedicati a smartphone e tablet. Ma stavolta c’è una novità. Lo Snapdragon 835, che prende il posto del modello 821, non è pensato solo per i classici dispositivi mobili, ma anche per i wearable di prossima generazione, dagli smartwatch agli smart glass per la realtà aumentata.

Realizzato con processo produttivo a 10 nm da Samsung, lo Snapdragon 835 non fa tanto sfoggio di potenza bruta, quanto di capacità di integrazione.

Il nostro nuovo processore è progettato per soddisfare le sempre più pressanti richieste di realtà virtuale mobile e connettività diffusa, supportando inoltre un gran numero di diversi design


ha dichiarato Cristiano Amon, executive vice president di Qualcomm Technologies e presidente di QCT.

Lo Snapdragon 835 dispone di un livello di integrazione senza precedenti che consente di ottenere miglior durata della batteria e supportare una migliore gestione multimediale e un comparto fotografico eccezionale, con velocità di trasferimento dati nell’ordine dei gigabit a supporto di esperienze veloci e immersive.

Cuore del processore è la CPU octacore Qualcomm Kryo 280 affiancata dal DSP Qualcomm Hexagon 682, che supporta la tecnologie open source TensorFlow di Google per il machine learning e Halide per l’image processing. Altre componenti del sistema sono la GPU Adreno 540 e il processore di immagini Qualcomm Spectra 180. Infine, include la piattaforma per la sicurezza Qualcomm Haven con riconoscimento dell’identità dell’utente basato su hardware e gestione della sicurezza tramite parametri biometrici (impronta digitale, riconoscimento dell’iride o della forma del viso).

Dal punto di vista della connettività, il processore è il primo dispositivo commerciale certificato Bluetooth 5, supporta WiFi 802.11ad, ospita un modem LTE in classe X16 fino a 1 Gbps, sistemi di localizzazione GPS, GLONASS, BeiDou, Galileo e QZSS.

Innovation Post

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato alle politiche e alle tecnologie per l'innovazione nel settore manifatturiero. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e in poche settimane si è già affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è un’idea di Franco Canna, che ne è direttore, e Armando Martin, entrambi giornalisti di lungo corso nel settore delle tecnologie per l’industria.

Innovation Post ha 488 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Innovation Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest