Innovazione in cerca di investimenti? Ecco la Start-up Initiative di Cisco e Intesa San Paolo

Intesa Sanpaolo e Cisco hanno lanciato una nuova call per le start-up dedicate all’industria 4.0, nel quadro del progetto “start-up Initiative”. L’invito è rivolto a start-up in cerca di investimenti che stiano lavorando su progetti legati al tema della fabbrica digitale, in tutte le sue declinazioni: internet delle cose, digitale, sicurezza in ambito industriale, gestione e tracciamento degli asset, collaborazione, realtà virtuale e aumentata applicate in ambito manifatturiero, connected machinesupply chain integrata.

Come funziona

In particolare, sono invitate a candidarsi start-up che cerchino investimenti compresi fra i 200.000 e i 5 milioni di euro, in grado di presentare per la prima selezione un business plan o un executive summary del progetto. Le candidature sono aperte fino al 10 settembre: dopo la selezione iniziale, le start-up ammesse accederanno a due giorni di formazione che si svolgeranno a Torino (7 e 8 ottobre) con un bootcamp dedicato, tenuto da un angel investor di grande esperienza proveniente dal mercato californiano.

Da questo momento in poi le start-up potranno lavorare ancora per affinare il loro progetto e presentarlo il 25 ottobre ad un panel di esperti che forniranno dei feedback strutturati e selezioneranno le finaliste che proseguiranno nel programma. Infine, le start-up potranno presentare il loro pitch sempre a Milano il 23 novembre in un Investor Arena Meeting, ad una platea di circa 150 tra investitori, aziende e player dell’ecosistema dell’innovazione.

L’opportunità per le start-up è di grande valore, se si considera che in 104 edizioni start-up Initiative ha fatto incontrare già oltre 1.000 start-up con 9.000 investitori, in sette paesi diversi, su nove tecnologie e mercati.

La partnership

“La collaborazione con Cisco sull’Industry 4.0, tema centrale per il rinnovamento del nostro Paese”, afferma Andrea Contri, responsabile start-up Initiative del Gruppo Intesa Sanpaolo. “Rappresenta un esempio ideale della nostra strategia di Open Innovation: da anni lavoriamo con start-up e grandi aziende per creare occasioni di business e crescita reciproca, perché crediamo che l’innovazione rappresenti sempre di più una leva competitiva imprescindibile per le imprese nostre clienti”.

“Con la digitalizzazione abbiamo l’opportunità di rinnovare la nostra forza come paese manifatturiero per essere fra i leader anche nel nuovo mondo dell’Industria 4.0”, commenta Enrico Mercadante, Responsabile per l’Innovazione, le Architetture e la Digital Transformation di Cisco Italia. “Per avere successo in questa transizione è essenziale offrire a chi ha progetti innovativi di valore la possibilità di crescere, per entrare in contatto con i grandi player del settore e per acquistare la struttura e la capacità di diventare partner delle aziende italiane che intraprendono la trasformazione digitale”.

Per Cisco, aderire a questa iniziativa è una nuova azione concreta avviata nel quadro del suo programma di investimenti Digitaliani, che punta ad accelerare la digitalizzazione del nostro Paese con una particolare attenzione allo sviluppo di opportunità e crescita nell’ecosistema dell’innovazione.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 803 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest