All’Appshow di Milano i big high tech dell’app economy

L’App economy trova casa a Milano. È qui infatti che, dal 4 al 6 dicembre, si terrà la prima edizione dell’AppShow, evento di caratura europea che attirerà nel capoluogo meneghino CEO, founder e country manager dei nuovi “colossi digital”: BlaBlaCar, Deliveroo, Moovit, The Fork, Just Eat, Helpling, Tricount, DriveNow, Mytaxi e Meetic, per citarne alcuni.

L’evento tech si fa portavoce di un mercato globale di 3,4 miliardi di utenti che valeva 1.300 miliardi di dollari nel 2016 e che, entro il 2021, vedrà quasi duplicare il numero di utenti, arrivando a 6,3 miliardi, e quintuplicare il valore, raggiungendo i 6.300 miliardi di dollari. Nonostante questi numeri l’Europa, diversamente dagli Stati Uniti, dove numerosi sono questi eventi, prima dell’AppShow non aveva alcun evento dedicato all’App economy.

Anna Paladino, direttrice dell’evento, afferma: “Il Politecnico di Milano stima che in Italia la Mobile & App economy abbia superato i 37 miliardi nel 2017, pari al 2,3% del PIL, in un paese in cui l’88% della popolazione possiede uno smartphone. Con questi dati alla mano risulta chiaro che la scelta dell’Italia, come sede dell’AppShow, non sia affatto casuale”.
Nei tre giorni di innovazione verranno affrontati temi come mobile app, cyber security, internet of things, cognitive computing, mobile marketing, big data, bot, VR in conferenze, keynote e workshop che si alterneranno tra la lingua italiana ed inglese per soddisfare la platea italiana ed internazionale.

L’AppShow sarà un viaggio informativo nell’app economy per scoprire quanto questa abbia, in poco tempo, rivoluzionato il nostro stile di vita, abitudini e quotidianità. L’evento sarà improntato al totale coinvolgimento emotivo dei partecipanti e, trattandosi di un evento incentrato sulle app, non potrà mancare l’App ufficiale dell’evento, disponibile ad inizio Novembre, per rimanere aggiornati in tempo reale su tutte le news, workshop, panel, trovare in modo rapido orario, data, speaker e condividere foto con gli altri partecipanti e sui social network.

La sede, il Nhow di via Tortona, sarà il perfetto palcoscenico per la condivisione di esperienze e networking. Ex edificio industriale trasformato in una location non convenzionale, concentrato unico di originalità e contrasti che si esprime ogni volta con linguaggi innovativi e forme sorprendenti, in un’atmosfera internazionale sempre in contatto con le sedi estere di Berlino e Rotterdam.

Roy Bick, co-fondatore di Moovit, l’app n.1 al mondo per i mezzi pubblici, afferma: “Il futuro della mobilità nei centri urbani si gioca sulla crescita della cultura dell’intermodalità. Per questo motivo eventi come AppShow rappresentano il palcoscenico ideale dal quale promuovere questo nostro messaggio. Siamo quindi più che felici di legare il nostro brand al successo di questa iniziativa”.

Innovation Post è media partner della manifestazione.

Innovation Post

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato alle politiche e alle tecnologie per l'innovazione nel settore manifatturiero. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e in poche settimane si è già affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è un’idea di Franco Canna, che ne è direttore, e Armando Martin, entrambi giornalisti di lungo corso nel settore delle tecnologie per l’industria.

Innovation Post ha 485 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Innovation Post

2 pensieri riguardo “All’Appshow di Milano i big high tech dell’app economy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest