IIoT e Industry 4.0: quale impatto sull’IT aziendale?

Il mondo industriale sta vivendo una fase di mutamento epocale. L’avvento di nuovi paradigmi produttivi porta allo sviluppo di nuove opportunità per le aziende, ma l’estensione delle tecnologie informatiche in ogni ambito dell’industria e la crescente presenza di forme di intelligenza distribuita impongono il superamento dei tradizionali approcci IT interni alle aziende. Anche le infrastrutture informatiche dovranno essere adeguate per supportare efficacemente IIoT e Edge Computing.

Nuovi requisiti per l’IT aziendale

Grazie all’avvento dell’IoT entro il 2020 saranno più di 50 miliardi gli oggetti intelligenti connessi in rete, non più configurati come semplici tool passivi ma come strumenti attivi dotati di intelligenza. In questa nuova realtà industriale, la digitalizzazione poterà a un enorme incremento nella mole di dati circolanti, che si combinerà con nuovi trend come Cloud Computing, Big Data Analytics, Mobility e Social Business. Adeguare la strategia IT interna sarà indispensabile per le aziende per rafforzare la propria posizione competitiva.

IIoT e Edge Computing

Uno dei principali elementi che dovranno essere considerati a questo proposito è l’impatto dirompente che l’avvento dell’IoT, specialmente nella sua declinazione “Industrial”, avrà sul mondo dei Data Center. Come efficacemente rilevato da Gartner, infatti,


il recente trend verso la centralizzazione delle applicazioni al fine di ridurre i costi e aumentare la sicurezza non è compatibile con l’IoT. Le organizzazioni saranno obbligate ad aggregare i dati in diversi mini data center distribuiti, dedicati a supportare una prima elaborazione. I dati rilevanti verranno poi trasmessi ad un sito centrale per ulteriori elaborazioni.

Si apre in questo modo la via verso l’Edge Computing, che consiste nello strutturare le risorse ICT in prossimità della fonte o dell’utilizzatore dei dati, per rispondere ad esempio alle esigenze operative di applicazioni in real time o per ridurre la latenza delle connessioni.

Per conformarsi a questo paradigma, anche il panorama dei Data Center sta subendo forti evoluzioni: sempre più spesso i tradizionali Data Center IT si trovano a coesistere nelle medesime organizzazioni con nuovi Data Center industriali, da cui si distinguono per finalità, potenza, ubicazione, struttura e requisiti.

Cloud computing e edge computing
Architetture Cloud e Edge a confronto

Le diverse esigenze del mondo industriale

Se nel mondo dell’Information Technology si sta notando una tendenza a ricorrere ad architetture “on premise” per l’Edge Computing (cioè strutturate localmente) e ad aggregare invece in mega Data-Center le risorse destinate al Cloud, nel mercato industriale il più promettente strumento a supporto di Industry 4.0 e dell’IIOT (Industrial Internet of Things) sono le soluzioni Smart standardizzate.

Queste soluzioni si caratterizzano per la loro capacità di garantire la flessibilità necessaria ad implementazioni rapide e sicure in un contesto difficile, performante ed in continua evoluzione, dove condizioni di utilizzo e normative settoriali rendono poco efficace il ricorso alle tradizionali soluzioni dell’Information Technology.

La standardizzazione come risposta

Rittal risponde a queste esigenze affiancando ai tradizionali Data Center custom diverse soluzioni standard ideali per l’Edge Computing. In base alle specifiche esigenze, si può scegliere tra TE 8000, l’armadio rack universale entry-level destinato alla rapida realizzazione di un ambiente IT con un elevato livello di sicurezza fisica, oppure Smart Package, la piattaforma di componenti preconfigurati utile per implementare in tempi brevi un ambiente IT moderno e comprensivo sia di armadi server e di rete che di moduli specifici per climatizzazione, distribuzione di corrente, UPS, antincendio, monitoraggio e security, oppure ancora RiMatrix S, l’unico esempio ad oggi esistente di Data Center prodotto in serie e basato sul concetto di standardizzazione.

Sponsored Content

I contenuti sponsorizzati rappresentano uno dei metodi più efficaci per promuovere sui siti editoriali il proprio brand e le caratteristiche dei prodotti/servizi offerti. Per conoscere costi e condizioni, visita la nostra pagina dedicata www.innovationpost.it/advertising o contattaci all'indirizzo advertising@innovationpost.it

Sponsored Content ha 10 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Sponsored Content

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest