Industrial IoT settore multimiliardario entro cinque anni

Mindsphere, il sistema operativo per l'IOT in cloud di Siemens

Secondo la società di consulenza strategica Roland Berger nei prossimi cinque anni la diffusione dell’Internet delle cose nel mondo industriale  (Industrial IoT) conoscerà una fase di sviluppo che farà diventare il settore multimiliardario.

Amazon, per esempio, sta investendo diversi miliardi per lo sviluppo di strutture e piattaforme cloud a conferma di come la tecnologia stia avanzando rapidamente ed è dunque ragionevole, secondo Roland Berger, aspettarsi una vera e propria rivoluzione anche sul piano industriale.

L’introduzione dell’Internet of Things nell’industria manifatturiera rappresenta anche una fonte di incertezza per le imprese che dovranno essere in grado di posizionarsi correttamente all’interno di questo nuovo territorio. Il primo passo per le aziende che intraprenderanno il loro cammino è decidere quale ruolo vorranno svolgere all’interno dell’Industrial IoT.

Un altro aspetto fondamentale per le imprese riguarda la loro offerta: l’obiettivo sarà aumentare il vantaggio competitivo dei propri prodotti e servizi cercando i modi per differenziare o migliorare il proprio posizionamento attraverso i servizi IIoT. General Electric, Siemens e Bosch sono stati fra i primi a sviluppare delle piattaforme che consentono ai produttori di connettere i propri dispositivi cloud, ampliando così la loro offerta con dei servizi che non facevano parte del loro core business.

Dopo aver deciso la loro offerta, le aziende dovranno scegliere se creare una propria piattaforma IoT o utilizzare quella fornita da terzi. Questa decisione dipenderà da quanto facilmente l’azienda stessa è in grado di monetizzare le proprie offerte. Maggiore è la piattaforma e maggiori sono le economie di scala. Per questo motivo, ci si aspetta di vedere la concentrazione all’interno di ogni settore verticale, con un numero limitato di piattaforme che emergono in ultima analisi come soluzioni leader.


General Electric e Siemens sono fra i primi player che hanno deciso di entrare nel mercato sviluppando internamente le piattaforme, rispettivamente Predix e MindSphere, in grado di raccogliere e analizzare dati IoT. Le imprese che saranno in grado di accelerare efficacemente la loro trasformazione potranno ottenere un successo più lungo e duraturo. Secondo Roland Berger sarà fondamentale attrezzarsi con capitale umano qualificato e in grado di sfruttare al meglio i punti di forza offerti dalla nuova tecnologia. Infine, un fattore chiave di successo è legato al rapporto con i clienti: le imprese dovranno parlare anticipatamente ai propri consumatori e coinvolgerli nel processo di generazione del servizio.

Daniela Garbillo

Giornalista publicista con oltre vent’anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie alle energie rinnovabili, dall'occhialeria al beauty. Al suo attivo anche importanti esperienze in comunicazione e marketing.

Daniela Garbillo ha 25 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniela Garbillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest