Al via un progetto di alternanza scuola lavoro “Build your Future” tra Siemens e Adecco. In oltre 30 scuole italiane il tandem tra il colosso della tecnologia e l’agenzia interinale avvierà percorsi di orientamento e formazione volti allo sviluppo di competenze tecniche e di soft skill. Il progetto è rivolto agli Istituti tecnici e professionali a indirizzo elettrotecnico, elettronico, meccanico meccatronico e telecomunicazioni. Si articola in 3 anni, coinvolgendo le classi dal terzo al quinto anno in 400 ore di lezione teoriche e tecnico-pratiche e con l’obiettivo di preparare gli studenti ai nuovi fabbisogni occupazionali legati all’ Industria 4.0.

Come funziona

Gli studenti apprenderanno competenze e soft skill, dinamiche e ruoli organizzativi in azienda. Inoltre saranno stimolati all’individuazione degli sbocchi lavorativi del proprio percorso di studio, attraverso la lettura del mercato del settore di riferimento, a conoscere il proprio territorio e le aziende alle quali rivolgersi dopo aver completato gli studi. Infine saranno formati sulle principali tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0.


Al termine del percorso i ragazzi si cimenteranno in un reale progetto di automazione per mettere in pratica le proprie competenze tecniche e trasversali. Il frutto di questi lavori sarà presentato alla Competizione Nazionale “Olimpiadi dell’Automazione” organizzata da Siemens e a “Tecnicamente”, l’iniziativa di Adecco nata nel 2014 con l’obiettivo di mettere in contatto i giovani degli istituti tecnici.

La formazione

Adecco già da anni è impegnata con progetti di alternanza scuola lavoro che hanno dato grandi frutti. Con il progetto Tecnicamente nel solo 2017 abbiamo formato 1.750 studenti in 100 istituti tecnici e fatto incontrare ai ragazzi oltre 600 imprese, senza dimenticare i 45.000 giovani incontrati nei progetti di alternanza delle classi terze e quarte per un totale di 150.000 ore.

Le sfide

Per Andrea Maffioli, a capo della divisione Factory Automation di Siemens Italia, “tra le sfide lanciate dall’Industria 4.0 c’è la richiesta di professionisti formati e qualificati non solo sulle tecnologie di automazione ma anche sulla digitalizzazione e sull’integrazione del software industriale e dell’Information Technology, quali fattori chiave per la competitività”. In questo, le “attività di alternanza scuola-lavoro” sono “importantissime per rispondere alle esigenze degli studenti e di un mercato del lavoro e delle professioni in evoluzione”.