Perché l’additive manufacturing rivoluziona progettazione e produzione

di Andreas Saar, Vice President of Manufacturing Engineering Software di Siemens PLM Software

L’additive manufacturing potrebbe causare gravi intoppi ai processi di progettazione, analisi, produzione e distribuzione dei prodotti che esistono da anni o addirittura decenni. È una tecnologia dirompente e il suo impatto sul business porta ogni giorno nuove preoccupazioni ai dirigenti aziendali e ai CEO. Tuttavia, invece di temerne gli effetti, le aziende dovrebbero avvicinarsi alla stampa 3D e sfruttarla al massimo per realizzare veri e propri prodotti innovativi. Creare innovazione significa cambiare i processi, ma anche trasformare le vite delle persone. La stampa 3D offre svariate possibilità applicative, per esempio anche quella di dare a una persona con gravi problemi deambulatori un esoscheletro per aiutarla a muoversi più facilmente.

Ma cosa significa additive manufacturing per un’azienda come Siemens PLM Software? Come questa tecnologia incide sul nostro business? La risposta è chiara, ma è importante fare alcune considerazioni. La produzione additiva è in linea con la nostra mission, ossia quello di fornire ai nostri clienti una tecnologia avanzata per sviluppare e creare prodotti competitivi. La produzione additiva necessita di applicazioni, funzioni e funzionalità per supportarla. Questo processo influisce sull’intero portafoglio di prodotti e sull’intero ciclo di vita del prodotto, incluse le soluzioni CAD, CAM, CAE, MOM, MES e PLM.

Questo è il motivo principale per cui una società come la nostra che segue dal punto di vista tecnologico l’intero ciclo di vita del prodotto, deve comprendere che la produzione additiva avrà un impatto sulla nostra tecnologia e sulle nostre linee di prodotto nello stesso modo in cui inciderà sui nostri clienti. Occorrono strumenti di progettazione per realizzare una modellazione sfaccettata e ibrida. Strumenti in grado di progettare strutture reticolari e tecnologie che trattano più materiali.

Nella fase di produzione, dobbiamo pensare di aggiungere materiale invece di sottrarre materiale. In ambito CAE, dobbiamo analizzare non solo la progettazione della parte finale, ma anche il processo di aggiunta del materiale strato per strato rispetto al comportamento termico e strutturale.


Le stampanti 3D diventeranno a breve termine attrezzature di produzione standard e saranno gestite insieme alle apparecchiature tradizionali. I processi saranno automatizzati e le fasi di lavorazioni saranno eseguite su queste stampanti 3D. Tutto ciò influenzerà il business di Siemens PLM Software e la maggior parte della tecnologia che sviluppiamo oggi.

Ci sono infatti tanti ambiti applicativi sui quali Siemens sta lavorando oggi. Gli elementi che ci differenziano dai nostri competitor hanno ottimi esiti in ambito additive manufacturing. L’associatività tra progettazione, produzione e Cae sta diventando estremamente importante nel rapporto tra Cae e Cam. La nostra tecnologia Cae sarà il principale elemento di differenziazione nel processo end-to-end e l’esperienza maturata nei progetti di produzione ibrida ci aiuterà a comprendere il processo di stampa.

Grazie al fatto che Teamcenter è il sistema PLM più diffuso al mondo, siamo in grado di fornire un ambiente gestito per la produzione additiva. E, grazie all’integrazione con i reparti di stabilimento tramite le nostre soluzioni MOM e MES, potremo passare dalla prototipazione alla produzione reale.

Credo fermamente nel potenziale innovativo di questa tecnologia. I clienti di Siemens PLM utilizzeranno questa tecnologia per creare prodotti migliori in modo più rapido ed economico. Le aziende dovranno innovare per rimanere competitive. La produzione additiva ha un enorme potenziale e può aiutare le aziende a innovare, differenziarsi e rimanere competitive.

I fondi di ricerca investiti nella produzione additiva porteranno avanti questo processo e aiuteranno il processo additivo a evolversi e diventare più facilmente ripetibile. L’attenzione è ora rivolta al reale utilizzo industriale della produzione additiva. Alcune voci autorevoli del mondo industriale, i cosidetti “driver dell’innovazione”, credono che la produzione additiva supererà presto la lavorazione tradizionale. La produzione additiva influenzerà notevolmente il nostro futuro.

Innovation Post

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato alle politiche e alle tecnologie per l'innovazione nel settore manifatturiero. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e in poche settimane si è già affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è un’idea di Franco Canna, che ne è direttore, e Armando Martin, entrambi giornalisti di lungo corso nel settore delle tecnologie per l’industria.

Innovation Post ha 486 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Innovation Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest