Kuka compie 35 anni in Italia e apre una nuova sede a Grugliasco

Centoventi anni fa nasceva la Keller Und Knappich Augsburg. Ma Kuka ha di che festeggiare anche in Italia, dove il costruttore di robot è presente da 35 anni e si regala, per l’occasione, una nuova sede a Grugliasco (TO): ottomila metri quadrati e due building per uffici commerciali e amministrativi, magazzino, customer service, supporto tecnico e marketing. Ma le vere chicche di questa nuova sede sono lo show room – un lavoro di architettura studiato sin nei minimi dettagli per inserire i prodotti in affascinanti coni di luce – e il competence center Arc Welding & Laser Applications per l’EMEA.

Crescono i robot antropomorfi

Trentacinque anni in Italia per la casa di Augsburg, quindi, di cui l’ultimo – il 2017 – ha fatto registrare un’impennata delle vendite, portando Kuka ad acquisire una quota di mercato pari al 16,37% dei robot antropomorfi. “Merito del Piano Calenda – spiega Roberto Pinton, direttore commerciale dell’azienda – che ha spinto le vendite di macchine e quelle di robot”. È proprio il machinery, infatti, il mercato applicativo che crescerà di più nei prossimi cinque anni, facendo persino meglio di automotive ed elettronica.

La spinta dei robot collaborativi

Un mercato effervescente, quello della robotica, con un preciso driver di crescita che risponde al nome dei robot collaborativi. “Il segmento dei Cobot crescerà a un ritmo medio del 60% nel periodo 2017-2023, fino ad arrivare a rappresentare, nel 2023, un quarto delle vendite totali di robot”, sottolinea Alberto Pellero, direttore strategia e marketing. E in questo segmento Kuka intende essere protagonista con il suo prodotto di punta – l’LBR iiwa, e con il nuovo LBR iisy, che sarà commercializzato nel 2019, oltre alla sua soluzione per la robotica mobile collaborativa LMR iiwa.

Il competence center Arc Welding & Laser Applications

Nella nuova sede di Grugliasco avrà sede uno degli otto competence center che Kuka ha deciso di dedicare a specifiche applicazioni. Si tratta del competence center Arc Welding & Laser Applications, dedicato allo sviluppo di soluzioni per la saldatura rivolte al mercato Automotive (Tier 1) e Metal.

L’intervista ad Alberto Pellero

 

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 803 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest