App su cloud, Siemens investe 600 milioni e acquisisce Mendix

Siemens acquisirà Mendix, azienda olandese che offre una piattaforma che permette agli sviluppatori di realizzare applicazioni native per il cloud in poco tempo, perché consente di non sviluppare molto codice a mano (di qui il termine “low-code”). La Casa tedesca investirà 600 milioni di euro per l’operazione. Mendix manterrà il suo marchio e continuerà a servire i clienti in tutti i settori industriali.

Mendix farà parte del business software della divisione Digital Factory (DF) di Siemens, ma la piattaforma sarà distribuita anche in altre divisioni.

Mendix e MindSphere

Mendix è stata fondata nel 2005 a Rotterdam, nei Paesi Bassi, e ha sede a Boston nel Massachusetts. L’azienda conta oltre 400 dipendenti e il suo modello di business “software-as-a-service” fa sì che oltre il 90% delle vendite si ripeta.

Siemens prevede che Mendix continuerà a registrare una forte crescita in futuro sia tra i clienti esistenti che tra i clienti Siemens.

“Acquisiamo Mendix per estendere la nostra posizione di leader nella digitalizzazione del mondo industriale, che è una pietra miliare della nostra Vision 2020+”, ha dichiarato Klaus Helmrich, membro del Consiglio Direttivo di Siemens AG. “Mendix è leader nel segmento in rapida espansione del low-code e la sua piattaforma aiuterà i nostri clienti ad adottare MindSphere ancora più rapidamente accelerando lo sviluppo di applicazioni basate sul cloud per l’Industrial Internet of Things (IIoT)”, ha aggiunto.

L’entusiasmo di Derek Ross

“Quando, più di dieci anni fa, abbiamo aperto la strada al mercato del low-code, avevamo l’ambizioso obiettivo di aiutare i clienti a cambiare il loro modo di sviluppare software, ma non potevamo mai immaginare l’opportunità oceanica che ci si presentava”, ha dichiarato Derek Roos, co-fondatore e CEO di mendix. “Sono entusiasta di poter portare la nostra vision su una scala molto più ampia con alle spalle l’incredibile team, le risorse, il know-how del settore e l’impronta di Siemens. Far parte di Siemens ci permetterà di servire ancora meglio i nostri clienti accelerando la nostra R&S, aggiungendo un pool molto più ampio di risorse per il mercato e sfruttando un’enorme infrastruttura globale. E lo faremo mantenendo la nostra cultura unica, il nostro marchio e le nostre capacità di ricerca e sviluppo che ci hanno permesso di diventare leader nel nostro setttore – non riesco a pensare a un risultato migliore per i nostri clienti, la comunità, i partner e il team”.

Chiusura entro l’anno

Il closing dell’operazione è previsto nel primo trimestre dell’esercizio 2019 (cioè alla fine dell’anno solare 2018). Siemens prevede di realizzare sinergie attraverso una combinazione di crescita dei ricavi e aumento anticipato dei margini, che rappresentano un valore attuale netto di oltre 500 milioni di euro.

Inoltre, l’azienda prevede che l’operazione porti un aumento degli utili entro quattro anni dal closing. Derek Roos rimarrà CEO dell’azienda ed entrerà a far parte del team di Siemens PLM Software.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 793 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Un pensiero riguardo “App su cloud, Siemens investe 600 milioni e acquisisce Mendix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest