Industria di processo, Schneider Electric semplifica la configurazione dei dispositivi di campo

Migliorare la messa in esercizio, la configurazione e la manutenzione delle apparecchiature: sono gli obiettivi di EcoStruxure Field Device Expert, nuova applicazione firmata Schneider Electric.

L’applicazione, attraverso lo strumento Intelligent Commissioning Wizard, automatizza l’individuazione, la configurazione, la messa in esercizio e il testing della strumentazione Hart in campo connessa a un sistema di controllo distribuito (DCS) EcoStruxure Foxboro. L’automazione riduce di oltre il 75% i tempi di messa in esercizio.

EcoStruxure Field Device Expert automatizza i processi

La tradizionale metodologia manuale per il commissioning delle apparecchiature richiede l’impiego di risorse umane ed è un processo soggetto ad errore, che richiede molto tempo e dipende dall’esperienza specifica di chi se ne occupa.  Automatizzando il processo di configurazione e commissioning, l’applicazione permette di minimizzare le dipendenze hardware e la necessità di fare engineering personalizzato. Inoltre, offre più flessibilità nella progettazione, ottimizzando tempistiche e sequenza delle attività.


Ad esempio, con i metodi tradizionali ci possono volere fino a 50 minuti per configurare ogni asset. Con lo strumento Intelligent Commissioning Wizard si impiegano 15 minuti. Una volta che l’impianto è operativo, l’applicazione continua a semplificare la configurazione e il Condition Monitoring per tutto il ciclo di vita, rendendo più rapidi e semplice i riavvii che si verificano, per esempio, dopo l’esecuzione di una manutenzione o di un qualsiasi spegnimento.

Le caratteristiche dell’applicazione

EcoStruxure Field Device Expert è completamente integrato in Foxboro DCS. I dati disponibili nell’applicazione possono essere usati da EcoStruxure Maintenance Advisor, una piattaforma per la manutenzione predittiva e il supporto decisionale. Come già visto, lo strumento Intelligent Commissioning Wizard permette di arrivare più rapidamente ad avviare la produzione e riduce sforzo e durata del processo di commissioning.

Device Replacement Wizard è uno strumento che riduce in modo significativo il tempo necessario a sostituire la strumentazione Hart e le competenze necessarie per farlo, operando su singoli device o in maniera massiva su molteplici device. Anche quando si sostituisce un’apparecchiatura con una diversa da quella vecchia, il software esegue automaticamente il tutto riducendo di molto i tempi di downtime.

Single Information Repository è invece una funzionalità che incrementa safety e security eliminando costosi errori.  Le informazioni generate in ogni fase della gestione delle apparecchiature sono salvate in un unico database, per poter essere usate durante tutto il ciclo di vita delle stesse.

Un occhio alla sicurezza

Un’altra caratteristica di EcoStruxure Field Device Expert è la gestione dei permessi di accesso per le apparecchiature legate alla sicurezza aderenti alla normativa con IEC61511-1, lo standard industriale prevalente che stabilise le best practice di progettazione dei sistemi di sicurezza di processo industriale usando la strumentazione.

Inoltre, la libreria della strumentazione Hart disponibile in bundle aiuta a installare più rapidamente i device, elimina l’incopatibilità di versione ed elimina i rischi di cybersecurity che altrimenti nascevano dal dover spostare la documentazione dalla pagina web del consorzio Hart per inserirla nel sistema.

L’applicazione EcoStruxure Field Device Expert è compatibile con il frame FDT 2.0 e sfrutta le più recenti tecnologie (.NET over ActiveX/COM) e supporta firme digitali per prevenire le manomissioni. Da sottolineare che è interoperabile con qualsiasi device di qualsiasi vendor e con qualsiasi protocollo. Oltretutto, il supporto diagnostico avanzato per i device type manager (DTM) integrati nella strumentazione dai vari vendor permette al personale tecnico di manutenzione di accedere a una diagnostica evoluta, scritta specificamente per ogni prodotto dal suo produttore.

Automatizzare per ridurre tempi e costi

Hany Fouda, vice president, Process Automation Offer Management and Global Sales di Schneider Electric ha sottolineato che “un report della società di consulenza EY ha svelato che quasi i due terzi dei mega-progetti da molti miliardi di dollari continuano a sforare il budget previsto e il 73% non rispetta le tempistiche previste”. Secondo la società, “automatizzando il processo di commissioning, Field Device Expert migliora in modo significativo i tempi per avviare la produzione e riduce le difficoltà, con un impatto immediato sulla profittabilità del progetto. Ad esempio, in un caso il calcolo del ritorno sull’investimento ha evidenziato un risparmio di tempo pari a 96 giorni, equivalente a 24 milioni di dollari di produzione in più”.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 163 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest