Un file aperto per lo scambio di modelli termici: la soluzione di Ansys

Ansys, azienda di software per la simulazione ingegneristica, ha realizzato un nuovo formato di file aperto. La nuova creazione promuoverà l’interoperabilità e semplificherà lo scambio di dati lungo tutta la supply chain, consentendo di risparmiare tempo, ridurre gli errori di importazione e migliorare l’accuratezza.

Ansys e lo scambio di modelli termici

Nell’industria elettronica l’analisi termica di ogni nuovo progetto è un fattore cruciale, il che rende ancora più importante per fornitori e clienti lo scambio di informazioni e modelli. Molti fornitori supportano i principali tool di settore con i loro modelli di componenti per consentire la modellazione di sistemi più grandi, nonché i principali formati di file per lo scambio dei dati. Il rilascio di un formato di file standard permette ai fornitori di componenti di creare un unico file compatto che sia in grado di descrivere le caratteristiche termiche del modello e di lavorare con qualsiasi tool di simulazione che aderisca allo standard, risparmiando tempo prezioso e riducendo gli errori.

Ansys ha collaborato con molte aziende del settore, a cominciare da Intel, per sviluppare standard per lo scambio di modelli termici che potessero rendere possibile uno scambio semplice dei dati e consolidare i tanti differenti formati di file attualmente utilizzati. Le aziende coinvolte hanno appurato che il formato di scambio file rispondeva ai criteri necessari e hanno quindi confermato la validità del formato di file standard aperto di Ansys.


“Gli ingegneri termici di Intel supportano questo sforzo collaborativo per realizzare un metodo diretto per l’interoperabilità dei tool e la simulazione multidisciplinare – commenta David Ochoa, data center platform applications engineer di Intel -, con l’automazione e gli strumenti custom che saranno direttamente compatibili con i software grazie a questo standard, la produttività è destinata ad aumentare. Il supporto di Intel per la simulazione termica sarà semplificato e reso più snello poiché potremo fornire ai clienti un formato unico anziché dedicare di volta in volta tempo a sviluppare, validare e supportare diversi tipi di file”.

“Gli standard aperti e l’interoperabilità sono molto importanti nel mondo della simulazione e, con il supporto e la guida del team di lavoro, siamo molto soddisfatti per il rilascio di questo formato di file – dichiara Steve Pytel, director of product management dell’Electronics Business Unit di Ansys -, questo modello lavorerà con tutti i tool di simulazione che supportano lo standard, portando ai clienti un notevole risparmio di tempo, un importante miglioramento dell’accuratezza e una significativa riduzione degli errori di importazione”.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 221 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest