Edge, cloud e intelligenza artificiale per trarre vantaggi effettivi dai dati industriali

Velocità, flessibilità, qualità e efficienza, senza dimenticare la sicurezza. Sono queste le esigenze delle imprese manifatturiere alle quali Siemens intende dare una risposta con le innovazioni che lancerà alla prossima Hannover Messe, la fiera che si terrà nella città della Bassa Sassonia dall’1 al 5 aprile. A questo appuntamento la Casa tedesca si presenterà con uno spazio espositivo di circa 4.000 metri quadrati nel padiglione 9, dove esporrà le tecnologie al servizio della Digital Enterprise alle quali Siemens ha già destinato oltre 10 miliardi di investimenti dal 2007, a partire dalla storica acquisizione di UGS fino ad arrivare alla più recente operazione che ha portato in famiglia le tecnologie Mendix.

Edge, cloud e intelligenza artificiale

Il punto da cui partire – spiega Jan Mrosik, CEO della Business Unit Digital Factory di Siemens, è la necessità di trarre un vantaggio concreto dalla crescita esponenziale dei dati industriali.

Per questo Siemens proporrà una serie di novità in grado di migliorare la raccolta e l’elaborazione del dato vicino alla loro sorgente (edge computing) anche grazie all’uso dell’intelligenza artificiale. Una strategia che è complementare rispetto all’utilizzo del cloud computing, che in casa Siemens risponde all’appellativo di MindSphere, il sistema operativo aperto per l’IoT basato su cloud. Su questo versante saranno presentati nuovi prodotti CloudConnect, progettati per consentire la trasmissione dei dati dal livello di campo a diverse piattaforme cloud.


L’integrazione di edge computing, intelligenza artificiale e MindSphere ha già dimostrato il suo potenziale nello stabilimento Siemens di Amberg, in Germania, per l’ispezione dei circuiti stampati con apparecchiature a raggi X durante la produzione dei controllori Simatic. Nella fabbrica modello della cittadina tedesca questo innovativo mix di tecnologie ha consentito di ridurre drasticamente il numero di processi di ispezione finale.

Il motto con il quale Siemens si presenterà alla Hannover Messe sarà “Digital Enterprise – Thinking industry further!”

Usare i dati per migliorare la produzione

Per quanto riguarda le macchine Siemens presenterà tre applicazioni per Sinumerik Edge, parte integrante di Siemens Industrial Edge, la piattaforma specificamente rivolta al settore delle macchine utensili.

L’app Analyze MyWorkpiece /Capture consente di registrare tutti i tipi di dati relativi a pezzi, utensili e percorsi utensile con un’elevata risoluzione temporale. Possono essere registrati anche dati aggiuntivi come correnti, deviazioni e coppia del mandrino. L’utente può decidere quali dati devono essere acquisiti e come.

I dati registrati possono essere successivamente importati nell’applicazione Analyze MyWorkpiece /Toolpath, dove possono essere visualizzati e analizzati. Fondamentalmente queste applicazioni consentono di confrontare i dati target – generati ad esempio da CAM – con i dati registrati durante il processo reale. I risultati ottenuti consentono l’ottimizzazione del modello CAD/CAM e del programma NC, migliorando la qualità fin dal primo pezzo prodotto.

Infine l’app Analyze MyMachine /Condition consente di valutare la condizione delle macchine utensili. “L’identificazione precoce delle non conformità resa possibile dall’applicazione Analyze MyMachine /Condition consente di ottimizzare il funzionamento della macchina e di ridurre i tempi di fermo macchina”, spiegano gli esperti Siemens.

Nuove applicazioni per Sinumerik Edge

L’AI al servizio della progettazione

L’intelligenza artificiale non sarà utilizzata però soltanto nei dispositivi di controllo e nelle macchine, ma anche nelle altre fasi della catena del valore. Tra le innovazioni di prodotto presentate ad Hannover ci sarà infatti anche l’ultima versione del software di progettazione NX (uno dei frutti dell’acquisizione di UGS ne 2007), che è stato migliorato proprio grazie all’integrazione di capacità di machine learning e intelligenza artificiale. Le nuove funzionalità introdotte permettono al sistema di prevedere i passi successivi che farà il progettista e aggiornare di conseguenza l’interfaccia utente per aiutare gli utenti a utilizzare il software in modo più efficiente per aumentare la produttività.

Il digital twin anche per l’industria di processo

“Alla Hannover Messe presenteremo il nostro nuovo sistema innovativo di controllo di processo”, ha detto Eckard Eckard Eberle, CEO della Business Unit Process Automation. “Il nuovo sistema sarà completamente basato sul web e supporterà sistemi multi-utente”.

Il vantaggio principale offerto dal nuovo sistema sarà la possibilità di utilizzare il Know-How ovunque e in qualsiasi momento.

Questo anche grazie a PlantSight, un sistema che attinge i dati da diverse fonti di dati per consentire un rapido accesso a informazioni precedentemente irraggiungibili. La sincronizzazione dell’impianto fisico con i relativi dati ingegneristici consente la creazione di un gemello digitale del processo produttivo. Ciò consente agli operatori dell’impianto di poter contare su un elevato livello di affidabilità e qualità delle informazioni, che consente una disponibilità operativa continua e una maggiore affidabilità.

Focus sull’industria chimica e sull’Automotive

Allo stand Siemens alla Hannover Messe ci saranno anche spazi dedicati a specifici settori industriali. Tra questi uno sarà dedicato all’industria chimica: qui sarà mostrata una rappresentazione virtuale di un impianto completo per la produzione sostenibile di poliammide da biomassa, completo di apparecchiature da laboratorio e sistemi di automazione e controllo.

Fari puntati anche sull’industria automobilistica. In questa vetrina il focus sarà sui vantaggi offerti dall’uso delle tecnologie più avanzate come i digital twin, l’additive manufacturing, la robotica e i veicoli a guida automatica per consentire una produzione flessibile ed efficiente di auto elettriche e di batterie.

Le altre novità

Tra le novità di prodotto segnaliamo anche la nuova generazione di PC industriali di fascia alta – Simatic IPC627E, 677E, 647E and 847E – che utilizzano i processori Intel di ottava generazione.

In fiera sarà inoltre presentato un innovativo concetto di trasporto che integra tecnologie Siemens, Festo e Rexroth. Il sistema multi-carrier sviluppato da Siemens e Festo sarà infatti integrato nel sistema modulare Rexroth TS 2plus di Bosch Rexroth.

E a proposito di motion control e azionamenti, Siemens presenterà in fiera anche applicazioni e servizi Sidrive IQ progettati per ottimizzare gli azionamenti collegandosi a MindSphere.

I quattro nuovi Simatic IPC627E, 677E, 647E e 847E

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 1030 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest