Visionary Day, appuntamento il 18 settembre a Lugano

Si terrà il 18 settembre al Palazzo dei Congressi di Lugano (piazza Indipendenza 4), dalle 9.30 alle 17.15 l’evento Visionary Day dedicato ai temi dell’innovazione tecnologica, tra cibernetica, robotica, smart city, medicina 4.0, big data e cybercrime, per conoscere le ripercussioni su aziende, sistema sanitario, formazione, cultura, design e sulla vita quotidiana delle persone.

Il programma prevede 20 interventi di esperti, un’area espositiva per provare le tecnologie del futuro attraverso il Visionary Tour e, dalle 20, Visionary Teen, serata di confronto tra generazioni, dai baby boomers ai centennials. Biglietti a partire da 95 franchi.

Il programma del Visionary Day

La giornata si apre con i saluti istituzionali e prosegue con i Visionary Speech dei relatori. Sul tema Il futuro è fra di noi interviene Kevin Warwick, conosciuto come Captain Cyborg per essersi impiantato un chip nel braccio con lo scopo di studiare le interazioni uomo-macchina. Lorenzo Natale, professore all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e ricercatore in materia di capacità percettive dei robot, illustra l’impatto della tecnologia nella vita di tutti i giorni. Mauro Manconi, caposervizio di Neurologia all’ospedale di Lugano, approfondisce la medicina 4.0. Paola Mattioli, docente di cinese all’Istituto Marymount di Roma, porta la sua testimonianza su Essere creativi e digitali nella scuola di oggi. Valentina Coria di Microsoft Svizzera affronta le questioni legate all’intelligenza artificiale. La tavola rotonda sulle smart city prevede gli interventi di Roberta Cocco, assessora alla Digital transformation del Comune di Milano, Robert Bregy, segretario comunale della Città di Lugano, Enrico Fabbri, architetto, e Eric Bastioli sviluppatore di programmi per le autoscuole.

Intervengono inoltre: Valeria Cagnina e Francesco Baldassarre, insegnanti di robotica, il designer Luca Mascaro, Martino De Marco sui big data, Luca Maria Gambardella, direttore del centro di ricerca Usi-Supsi sull’intelligenza artificiale, l’avvocato Stefano Mele, Daniele Raffa, sviluppatore di tecnologie per disabili e anziani, Massimiliano Falcinelli, esperto di sicurezza informatica, Michael Schnyder sulla realtà aumentata, Lorenzo Leoni, imprenditore nella ricerca biomedica, Luigi Mazzola, prima ingegnere in Formula 1 e poi performance coach, su Cosa vuol dire essere una persona 4.0?, Stefano Santinelli, esperto di trasformazione di imprese nel contesto della digitalizzazione, e Stefano Mallè, Cto Microsoft Svizzera.

A chiusura dei lavori, dalle 20, Visionary Teen costituisce un momento di confronto intergenerazionale, in un dibattito che vede protagonisti i centennials, i ragazzi nati a cavallo del nuovo millennio, per approfondire modi di pensare, stereotipi e pregiudizi, anche attraverso domande del pubblico e contributi multimediali.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

    Nicoletta Pisanu ha 612 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

    Un pensiero riguardo “Visionary Day, appuntamento il 18 settembre a Lugano

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Pin It on Pinterest