In occasione della fiera Formnext Simufact ha presentato Simufact Additive 2020, una soluzione per l’ottimizzazione dei processi di additive manufacturing basati sui metalli che ora fornisce una stima dei costi per il processo di costruzione e migliora l’interoperabilità con il software Materialise e le stampanti Renishaw per velocizzare i processi di fabbricazione. Basato su nuove tecnologie, il software offre inoltre prestazioni superiori e una maggiore robustezza.

All’interno di Simufact Welding 2020 è disponibile un modulo integrato che permette agli utenti di configurare rapidamente robusti modelli di simulazione DED (Direct Energy Deposition) importando con facilità i percorsi utensile esistenti direttamente dal Codice G, anziché dover definire manualmente i percorsi di saldatura. Il software valuta tensioni, deformazioni, distorsioni, storia termica e hot spot durante il processo di fabbricazione, per identificare con precisione le distorsioni fuori tolleranza e le compensazioni suggerite. In questo modo gli utenti possono adattare il Codice G per ottimizzare il processo di stampa DED e migliorare la qualità.

DED: la nuova soluzione di simulazione DEDicata per la stampa 3D

Il processo DED integra diverse tecnologie di stampa 3D per i metalli: queste tecnologie creano i componenti fondendo il materiale man mano che viene depositato, un approccio noto anche come 3D Laser Cladding, WAAM (Wire Arc Additive Manufacturing), DMD (Direct Metal Deposition) o LMD (Laser Metal Deposition). I campi di applicazione più diffusi sono la riparazione e la ricostruzione di componenti danneggiati, ma anche la fabbricazione di nuovi componenti metallici di grandi dimensioni che non potrebbero essere realizzati tramite i processi di fusione a letto di polvere.


“Stiamo assistendo a una considerevole domanda della nostra nuova soluzione di simulazione, poiché aiuta a ottimizzare e contenere i costi dei processi di produzione a deposizione. DED offre un potenziale di innovazione per l’hybrid manufacturing, in cui le tradizionali tecnologie produttive si uniscono all’additive manufacturing,” ha spiegato il dr. Hendrik Schafstall, CEO e Managing Director di Simufact Engineering.

Oltre a progettare e ottimizzare virtualmente il processo di costruzione, ora gli utenti possono ottenere una stima dei costi di stampa per i singoli componenti o gli assiemi. Questa funzionalità include anche i processi successivi, quali taglio, lavorazione, perforazione e grinding. La possibilità di prendere in considerazione i costi complessivi di stampa contribuisce a una più facile identificazione dell’alternativa migliore.

Migliore interoperabilità con il software Materialise e le stampanti Renishaw

In linea con gli sforzi compiuti da Simufact per semplificare lo scambio di dati nella catena di processo AM, Simufact Additive 2020 si interfaccia ora con Materialise utilizzando il formato di scambio dati per la stampa 3D standard di settore 3MF. 3MF consente di trasferire i dati in modo facile e affidabile con software di terze parti e riduce nettamente il tempo e l’impegno richiesti per la configurazione dei modelli. il software include un’Api QuantAM Renishaw integrata per la preparazione e l’esportazione del lavoro di stampa, che offre una trasmissione dei dati priva di errori da Simufact Additive alle stampanti Renishaw. Questa funzionalità migliora inoltre la produttività, poiché l’intero processo di lavorazione dal progetto al componente stampato avviene direttamente nel software. Sono attualmente in fase di sviluppo nuove interfacce che consentiranno una connessione intuitiva ad altre macchine di stampa.

Questa release integra inoltre la nuova tecnologia Adaptive Voxel Meshing per migliorare la velocità di simulazione regolando automaticamente le dimensioni dei voxel nel componente. Gli utenti possono così ottenere risultati più immediati, mentre la simulazione risulta ancora più affidabile e robusta.

Trasferimento dati rapido e intuitivo alle macchine di stampa Renishaw.

Hybrid manufacturing

Un’altra caratteristica di questa release è l’hybrid manufacturing, che aiuta a combinare i processi di additive manufacturing a letto di polvere con i processi manifatturieri tradizionali. Con Simufact Additive 2020 è possibile definire un componente specifico da cui inizierà la stampa, includendo le tensioni interne. In questo modo è possibile indagare le tensioni e le distorsioni dell’assieme completo e di ogni singolo componente.

Il Dr. Hendrik Schafstall, CEO e Managing Director di Simufact, ha commentato: “Simufact Additive 2020 amplia l’ambito della nostra attività da un software di ottimizzazione DEDicato ai processi di costruzione all’integrazione dell’ottimizzazione dei costi. Questa nuova release ribadisce inoltre il nostro impegno verso l’apertura e l’interoperabilità con prodotti di terze parti. Riteniamo che gli attori dell’industria manifatturiera debbano avere l’opportunità di avviare il processo dal punto che preferiscono, per migliorare la qualità e l’efficienza e rendere ancora più intelligente l’additive manufacturing.”

Simufact Additive è utilizzato dai principali produttori come Safran e BAE Systems per migliorare la qualità e ridurre la costosa fase di prototipazione fisica.

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

    Valentina Repetto ha 78 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Valentina Repetto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.