Manutenzione 4.0 per la Smart Factory? Oggi è possibile grazie a DriveRadar

Competere ai tempi della Mass Customization, per rispondere alle richieste dei clienti in maniera sempre più rapida e personalizzata, pur tutelando l’ambiente e preservando le risorse energetiche, significa rivedere gli impianti e monitorare in tempo reale i processi manifatturieri, implementando concetti di Data Management e manutenzione predittiva che possano incrementare i livelli di efficienza e continuità operativa.

Per andare incontro a queste esigenze delle industrie manifatturiere, SEW-EURODRIVE ha lanciato sul mercato DriveRadar, una soluzione introdotta in ottica Smart Manufacturing che consente di preservare lo stato di salute dei macchinari ed evitare l’interruzione delle attività produttive, offrendo soluzioni hardware e software per un preciso condition monitoring da remoto e in tempo reale per implementare azioni di manutenzione predittiva, garantendo così performance sempre elevate agli stabilimenti produttivi.

La piattaforma MOVI-C e il software DriveRadar per la manutenzione predittivaco

Con le ultime evoluzioni della piattaforma modulare per l’automazione MOVI-C SEW-EURODRIVE ha modernizzato la famiglia di soluzioni modulari, digitalizzando le componenti elettromeccaniche: all’interno dei motori elettrici infatti sono stati inseriti dei sensori intelligenti che permettono di raccogliere informazioni utili per il condition monitoring e la predictive maintenance. Questa importante evoluzione relativa a MOVI-C è rappresentata da DriveRadar, una piattaforma software che permette il riconoscimento delle componenti e il dispaccio delle relative informazioni tecniche e di funzionamento dei motori.

La soluzione è basata su un’architettura di Edge Computing che permette la rappresentazione digitale dei componenti di azionamento e delle soluzioni di sistema, con l’obiettivo di fornire informazioni più dettagliate e aggiornate sulle macchine, aggregarle in un contesto di processo applicativo e avere una visione reale e data-based sull’intero ciclo di vita dei componenti elettronici e elettromeccanici installati.

Con l’uso del DriveRadar si apre dunque un’intera serie di valori aggiuntivi e di potenzialità per l’ottimizzazione: ad esempio, una maggiore trasparenza delle condizioni di impiego e di funzionamento specifico, un aumento della disponibilità dei macchinari attraverso un’ottimizzazione delle misure di manutenzione, una riduzione dell’approvvigionamento di parti di ricambio e quindi un abbassamento dei costi di magazzino e la possibilità di ottimizzare i processi di produzione. Tutto ciò è possibile grazie all’inserimento di sensori intelligenti per il monitoraggio delle condizioni di funzionamento all’interno del motore elettrico. Il motore ha, infatti, la possibilità di ospitare sensori digitali specifici, integrati nell’elettronica, per il rilevamento di parametri vitali di funzionamento, in grado di trasferire i dati attraverso un unico cavo ibrido coassiale digitale (MOVILINK DDI) agli azionamenti. Da qui le informazioni sono trasferite a un edge controller, dove vengono aggregate e quindi inviate a un server (locale o in un cloud esterno) per le attività di analisi finalizzate al monitoraggio da remoto e alla manutenzione predittiva. Il motore digitalizzato diventa così un nodo della rete intelligente, per la produzione di dati di processo e fornisce i suoi dati di funzionamento attraverso un cavo ibrido digitale o anche attraverso connessione Bluetooth o Wireless.

La fabbrica del futuro sarà così realizzabile grazie a componenti Smart, ovvero tecnologie di automazione intelligenti, interconnesse e collegate alla rete di tutta la fabbrica. Le funzionalità degli Smart Product di SEW-EURODRIVE, componenti abilitati tramite mobile app su smartphone o tablet, sono tre: Smart Basic, che permette all’operatore di scannerizzare il QR-Code apposto sui componenti SEW-EURODRIVE e scaricare dal cloud tutte le specifiche tecniche necessarie a identificare il prodotto, conoscerne il mantenimento e identificarne performance e caratteristiche statiche; Smart Connect, che garantisce la lettura dei dati di campo in funzionamento reale, con la possibilità di conoscere quindi le condizioni effettive di stato e funzionamento del componente; Smart Control, che consente di gestire in remoto il componente, attraverso l’invio di feedback per regolare determinati parametri in base ai dati raccolti e alle diagnosi effettuate. Tutti e tre i livelli di connettività possono avvenire via Bluetooth, Wi-Fi o tramite cavo.

L’architettura DriveRadar include inoltre al suo interno il software Data Collector, che permette di recuperare dati dai tecnologie di automazione anche antecedenti a quelle della piattaforma MOVI-C ed effettuare una prima attività di analisi e aggregazione dei dati a livello di applicazione e così anche di macchina. ll Data Collector, che gira su un computer Windows-based, permette infatti di incrociare i dati provenienti da tutti i sistemi di automazione, consentendo un monitoraggio completo dei singoli componenti e del sistema intero. Inoltre, consente di fissare delle soglie per i diversi parametri e impostare i relativi allarmi con l’obiettivo di identificare rapidamente eventuali anomalie e attivare con prontezza interventi correttivi, anche in modalità analitica predittiva per mezzo di algoritmi dedicati.

Tra i principi essenziali del DriveRadar di SEW-EURODRIVE è centrale la tecnologia di Edge Controlling e relativa architettura. Le macchine producono enormi quantitativi di dati, ma non tutti sono necessari alle analisi o forniscono indicazioni utili per interpretare rapidamente cosa avviene in ambito applicativo; si rende quindi necessaria una scrematura direttamente alla periferia (edge), ovvero molto vicino al sistema di automazione che genera le informazioni. Inviare al cloud dati non necessari o ridondanti rappresenta infatti uno spreco di risorse, con il rischio di sovraccaricare le reti nonché la necessità di aumentare la capacità di calcolo e storage. Grazie ai SEW Edge Device Controller, è possibile raccogliere localmente soltanto le informazioni corrette e rilevanti (right data), garantendo una velocità adeguata all’intero processo analitico.

La manutenzione 4.0 di domani per incrementare la produttività

Il vantaggio fondamentale di DriveRadar per le industrie manifatturiere si traduce in un sensibile aumento della produttività e un abbattimento dei costi di gestione di macchine e impianti. Con una funzionalità integrata e studiata specificamente sui sistemi di azionamento e di sistema SEW-EURODRIVE, il cliente potrà aumentare la disponibilità dell’impianto, evitando fermi macchina imprevisti. Al tempo stesso, tramite il monitoraggio continuo delle caratteristiche di sistema, potrà programmare gli interventi di manutenzione in modo mirato ed efficiente.

I vantaggi di business derivanti dalla predictive maintenance e dal monitoraggio delle condizioni di funzionamento da remoto in tempo reale sono estremamente significativi soprattutto nel contesto attuale, in cui la continuità operativa, la rapidità e l’efficienza giocano un ruolo fondamentale per la scelta di un partner tecnologico che possa aiutare a differenziarsi nel mercato odierno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Contenuto sponsorizzato

I contenuti sponsorizzati rappresentano uno dei metodi più efficaci per promuovere sui siti editoriali il proprio brand e le caratteristiche dei prodotti/servizi offerti. Per conoscere costi e condizioni, visita la nostra pagina dedicata www.innovationpost.it/advertising o contattaci all'indirizzo advertising@innovationpost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.