Dall’economia circolare all’intelligenza artificiale: ecco la ‘call’ della Maker Faire dedicata alle scuole

Promuovere l’innovazione, attraverso la diffusione della cultura digitale e lo sviluppo dell’imprenditorialità individuale e collettiva, mettendo in risalto i migliori progetti creativi degli Istituti scolastici italiani ed europei che possono spaziare dall’economia circolare all’intelligenza artificiale, dai droni all’agricoltura, fino all’arte, allo sport e alla musica. Questo l’obiettivo principale della “Call for Schools 2020” di Maker Faire Rome, realizzata in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, che si apre oggi fino al 5 novembre 2020.

La partecipazione è gratuita ed è rivolta a tutte le scuole superiori di secondo grado e agli Istituti scolastici analoghi appartenenti all’Unione europea (studenti 14-18 anni) che intendano far conoscere il proprio elaborato secondo tre modalità:

  1. Esporre il progetto: sarà fornito dagli organizzatori uno spazio virtuale sulla piattaforma telematica individuata, così da permettere la fruizione di quanto esposto da parte dei visitatori, curiosi e interessati;
  2. Realizzare presentazioni al pubblico: sulla piattaforma utilizzata sarà fornita una stanza virtuale o un palcoscenico virtuale dove si potrà parlare del proprio progetto, raccontare la propria storia e svolgere dimostrazioni di attività pratiche;
  3. Esibirsi in pubblico: sarà garantito uno slot orario per poter effettuare la propria performance, creativa, tecnologica, robotica o musicale.

Per presentare la candidatura (esclusivamente online) e consultare il regolamento è possibile visionare il sito web dedicato.

Sono inoltre aperte sia la Call for Makers che la Call per le Università e Istituti di ricerca dell’ottava edizione della Maker Faire Rome – The European Edition”.

L’ottava edizione di Maker Faire Rome l’evento dedicato all’innovazione

La manifestazione – promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera – si terrà dal 10 al 13 dicembre e oltre a essere ormai la più grande al mondo dopo quella statunitense come numeri e pubblico, affronta tutte le componenti chiave dell’innovazione: dalla manifattura digitale all’Internet of Things, dalla robotica all’intelligenza artificiale, dall’economia circolare all’agritech, favorendo lo sviluppo della cultura dell’innovazione nel tessuto imprenditoriale e l’avvicinamento dei giovani agli scenari lavorativi di domani.

La “Maker Faire Rome – The European Edition” si svolgerà in modalità virtuale su una piattaforma digitale con collegamenti a eventi fisici che si svolgeranno sul territorio nel rispetto delle disposizioni in tema di prevenzione dal contagio da Covid-19 in vigore al momento della realizzazione.

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.