Da Automationware i nuovi azionamenti AW-Motion con supporto a varie tipologie di fieldbus

Per completare l’offerta dei propri prodotti, Automationware, azienda veneta specializzata nello sviluppo di attuatori meccatronici e robotici, introdurrà entro la fine dell’anno una nuova serie di azionamenti e motori con encoder in grado di supportare varie tipologie di fieldbus.

Da dicembre 2020, sarà possibile acquisire una configurazione di attuatori completa di motori e azionamenti della nuovissima linea AW-Motion con potenze fino a 130 kW e motorizzazioni equivalenti .

Sviluppato per le esigenze della moderna automazione, il servodrive AWD è progettato attorno ad una nuova CPU pensata per offrire elevate prestazioni, permettere la connettività real-time tramite fieldbus come EtherCat, ProfiNet, ProfiBus, CanOpen e Modbus.

Gli azionamenti AWD si distinguono per la grande flessibilità nel controllo motori, siano essi in AC o DC, sincroni o asincroni, rotativi o lineari.

Automationware ha inoltre aggiunto a questi azionamenti la possibilità di un controllo da Robot Operating System attraverso l’applicativo RoboVu (prodotto di AW che collega le applicazioni virtuali di ROS a bus di campo EtherCat). Ovviamente la gestione dell’azionamento prevede una gestione in real-time per seguire con precisione le cinematiche prodotte da Moveit (Applicativo di cinematica ROS) . L’utilizzo di ROS permetterà la definizione di robot di vario tipo, che potranno essere azionabili dalla nuova serie di Azionamenti AW-Motion.

Le numerose funzionalità di questi azionamenti offrono una soluzione per la maggior parte delle applicazioni, siano esse di controllo di velocità, coppia, ma anche posizionamento, asse elettrico e controllo di pressione.

Il servodrive AWD è dotato di più ingressi per la lettura di trasduttori di posizione. Un ingresso principale di serie che permette di leggere encoder incrementali ed assoluti di tipo SSI. Un secondo ingresso dedicato alla lettura di un secondo encoder incrementale esterno o per l’ingresso di un segnale in frequenza e direzione dal PLC. Un terzo ingresso opzionale che può essere scelto fra Resolver o altri encoder assoluti e da utilizzare sia per il controllo motore che per l’acquisizione di un segnale di retroazione esterna posta sull’applicazione. I trasduttori montati sul motore servono per dare al servodrive l’informazione per poter controllare con esattezza il moto del motore.

Il drive AWD può pilotare sia motori rotativi che lineari e pertanto è predisposto per leggere sia trasduttori per motori rotativi che lineari di diverse tipologie. Il drive AWD permette anche il controllo dei motori rotativi privi di trasduttore, ma tale utilizzo è limitato ad una stretta cerchia di applicazioni del “motion control” che non hanno esigenze di posizionamento preciso. Nelle maggior parte delle applicazioni di “motion control” serve un controllo accurato dell’asse, facendo affidamento su trasduttori di posizione con elevate caratteristiche di precisione, ripetibilità e robustezza.

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.