Quote di mercato delle reti industriali per l’anno 2021 secondo HMS Networks

Quote di mercato nel 2021 secondo HMS Networks - Reti fieldbus, Ethernet industriali e wireless.

Il mercato delle reti industriali stia registrando segnali di ritrovata stabilità ed crescerà del 6% nel 2021. E’ questo in sintesi quanto emerge dall’edizione 2021 dell’analisi annuale di HMS Networks che si basa sui nuovi nodi installati a livello globale nel mondo dell’automazione industriale.

In qualità di fornitore indipendente di soluzioni nell’ambito dell’ICT industriale, HMS ha una visione approfondita del mercato delle reti industriali. Lo studio del 2021 include le quote di mercato stimate ed i tassi di crescita per bus di campo, Ethernet industriale e Wireless.

Ethernet industriale in costante crescita

Con una crescita dell’8%, le reti Ethernet Industriali continuano a conquistare quote di mercato. L’Industrial Ethernet rappresenta ora il 65% del mercato globale dei nuovi nodi installati nella Factory Automation (rispetto al 64% dello scorso anno).

Da sempre EtherNet/IP e Profinet lottano per affermarsi al primo posto, ma quest’anno Profinet è in cima alla classifica delle reti, con una quota di mercato del 18%, superando EtherNet/IP al 17%.

EtherCat continua ad essere performante a livello globale e ora è al pari del principale bus di campo, Profibus con una quota di mercato dell’8%.

A seguire Modbus TCP con una quota di mercato del 5% e insieme al Fieldbus Modbus RTU, queste tecnologie Modbus rappresentano ora il 10% del mercato, confermando la loro continua importanza nelle installazioni industriali a livello globale.

Quote di mercato nel 2021 secondo HMS Networks – Reti fieldbus, Ethernet industriali e wireless.

Il calo dei Bus di campo si è arrestato

Il calo dei bus di campo segnalato da HMS negli ultimi anni si è quasi del tutto interrotto registrando soltanto una lieve diminuzione dei bus di campo pari al -1% nel 2021, poiché le fabbriche tendono ad adottare sostanzialmente tecnologie già esistenti e ben funzionanti durante i periodi di incertezza, ovvero durante la pandemia.

I Fieldbus hanno ora una quota di mercato del 28% sul totale dei nuovi nodi installati (30% lo scorso anno). Profibus è ancora il bus di campo dominante con l’8%, seguito da Modbus-RTU con il 5% e CC-Link con il 4%.

Il Wireless si afferma nuovamente

Le tecnologie wireless continuano a crescere rapidamente con un tasso del 24%. Il Wireless ora ha una quota di mercato del 7%, ma il mercato attende di vedere l’impatto che il 5G avrà sulle fabbriche.

Con tutte le attività in corso a livello mondiale relative alle tecnologie cellulari wireless come fattori abilitanti per la produzione intelligente nelle fabbriche, secondo HMS la domanda di dispositivi e macchine connessi in modalità wireless aumenterà sempre più, in modo tale da integrarli nelle architetture d’automazione del domani, ovvero meno cablate e maggiormente flessibili.

Variazioni a livello locale

EtherNet/IP e Profinet sono leader in Europa e in Medio Oriente, seguiti da Profibus e EtherCat. Altre reti molto utilizzate sono Modbus (RTU/TCP) ed Ethernet Powerlink. Il mercato statunitense è dominato dalle reti EtherNet/IP anche se EtherCat sta guadagnando sempre più quote di mercato. Profinet ed EtherNet/IP guidano il mercato asiatico, che tuttavia appare frammentato, seguiti da forti contendenti come CC-Link/CC-Link IE Field, PROFIBUS, EtherCAT e Modbus (RTU/TCP).

La produzione intelligente e sostenibile richiede il collegamento in rete

“Connettere i dispositivi e le macchine alle reti industriali è la chiave per realizzare fabbriche sempre più intelligenti e sostenibili, e questo è il motivo principale della crescita che registriamo nel mercato delle reti industriali”, afferma Anders Hansson, Direttore Marketing di HMS Networks. “Le fabbriche lavorano costantemente per ottimizzare la produttività, la sostenibilità, la qualità, la flessibilità e la sicurezza. Una solida rete industriale è la chiave giusta per raggiungere questi obiettivi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.