Innovazione digitale, sostenibilità e diversity: CIOSummIT & Digital360 Awards tornano in presenza a Lazise

Innovazione, trasformazione digitale, inclusione, sostenibilità e diversity: sono alcuni dei temi al centro dell’evento che vede riunirsi la fase finale dei Digital360 Awards – il contest che premia le iniziative digitali in Italia giunto alla 6° edizione –  e il CIOsummIT, che chiama a raccolta le principali associazioni dei CIO.

L’edizione 2021, la terza per l’evento congiunto, tornerà finalmente in presenza, dopo che l’edizione 2020 si è svolta unicamente in modalità virtuale a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia. L’evento si terrà dal 30 settembre al 2 ottobre presso l’Hotel Parchi del Garda, a Lazise (VR).

I Digital 360 Awards

La suggestiva location, sulle rive del Lago di Garda, sarà lo scenario che ospiterà la fase finale del Digital 360 Awards, che premia i migliori progetti italiani di trasformazione digitale.


Giunto alla sua sesta edizione, i Digital 360 Awards hanno coinvolto in questi anni oltre 650 realtà, con 64 progetti premiati, scelti da una giuria di oltre 160 CIO e Top Manager delle più importanti realtà presenti in Italia.

“Nell’edizione 2021, abbiamo individuato, selezionato e valorizzato iniziative di valore, in grado di distinguersi per originalità delle idee, benefici concreti e replicabilità, che ora si confronteranno davanti alla giuria costituita dalla più grande community italiana di CIO, i manager a cui è affidato il ruolo strategico di promuovere l’innovazione digitale. Un evento che quest’anno abbiamo fortemente voluto caratterizzare sui temi dell’inclusione, della sostenibilità e della diversity”, commenta Raffaello Balocco, CEO di Digital360.

Per questa edizione sono stati scelti 47 progetti finalisti che si contenderanno i premi per le otto categorie in gara:

  • Cloud Computing
  • CRM/Soluzioni per Marketing e Vendite
  • Information e Cyber Security
  • Internet of Things & Big Data Analytics
  • Machine Learning e Intelligenza Artificiale
  • Smart Working e Collaboration
  • Soluzioni B2b e di eSupply Chain
  • Soluzioni infrastrutturali

In palio anche due premi speciali: Premio Digital Transformation e Premio Impatto sociale.

I temi e gli ospiti dell’edizione 2021 di CIOsummIT & Digital360 Awards

L’edizione 2021 dell’evento prevede un programma ricco di keynote di elevato profilo e valutazione di programmi d’innovazione digitale, a cui si alterneranno a momenti di networking e a spunti di riflessione su temi sociali.

A partire dalle sfide connesse alla trasformazione digitale e verde e all’importante ruolo dei responsabili dei sistemi informativi per affrontare questi cambiamenti.

Se ne discuterà con ospiti di alto livello, tra cui Vittorio Colao, Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale e Mauro Minenna, Capo del Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ai temi dell’innovazione e della trasformazione digitale si affiancheranno quelli dell’innovazione al femminile e dell’importanza dei valori dell’inclusione, diversity e sostenibilità nella costruzione di una leadership tecnologica.

Interverranno anche esponenti delle associazioni del quarto settore, come Luciano Gualzetti, Direttore di Caritas Ambrosiana e Giovanni Bruno, Presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus.

Ma la tre giorni sarà anche un momento di formazione – con il focus sulle tecniche di vocal training – e di ispirazione, attraverso le parole dell’atleta paraolimpico Emanuele Lambertini e i consigli su come gestire lo stress associato dall’uso della tecnologia.

Ancora una volta sono molte le associazioni a fianco di Digital 360 nel supportare l’evento – Aisis, Aused, CIO Aica Forum, CIO Club Italia, CIOnet, FidaInform e Assi – a cui si affiancano importanti partner, come Cisco, IBM, NetApp, Orange, Tim e Schneider Electric.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.