Additive manufacturing, a Francoforte HP presenta nuove partnership e applicazioni

In occasione di Formnext, il più importante evento mondiale dedicato all’additive manufacturing in corso a Francoforte fino al 19 novembre, HP ha annunciato l’ampliamento dei programmi di partnership e dell’ecosistema, oltre a innovative applicazioni di produzione progettate attraverso le piattaforme di stampa 3D Multi Jet Fusion e Metal Jet.

HP, in particolare, sta collaborando con L’Oréal, la più grande azienda di cosmetici al mondo, per incrementare la produzione additiva industriale e scoprire nuove possibili applicazioni di packaging in ambito cosmetica. Per soddisfare la crescente domanda di una produzione 3D più agile e di una personalizzazione di massa in tutti i settori, HP sta inoltre espandendo il suo Digital Manufacturing Network (DMN) ai fornitori di “parti”.

HP Multi Jet Fusion per rinnovare l’industria cosmetica

L’Oréal si è avvalsa di HP Multi Jet Fusion per rispondere rapidamente ai cambiamenti nei suoi processi di produzione e nelle linee di lavorazione. Le aziende hanno lavorato insieme per progettare rapidamente e raggiungere grandi volumi di supporti (puck) regolabili, consentendo a L’Oréal di trasportare, confezionare ed etichettare i prodotti con maggiore agilità, ottenendo una riduzione dei costi del 33% e un risparmio di tempo del 66%.

La capacità di personalizzare tali supporti si è anche dimostrata preziosa durante la pandemia Covid-19, assicurando a L’Oréal una maggiore agilità in risposta ai cambiamenti nei comportamenti di acquisto dei consumatori. L’Oréal prevede di utilizzare la Digital Manufacturing Network di HP per distribuire su larga scala i supporti a tutta la sua supply chain globale e raggiungere i suoi obiettivi di sostenibilità, producendo in modo efficiente le parti quando e dove sono necessarie.

A Formnext, L’Oréal e HP stanno mostrando alcuni esempi di supporti personalizzati, così come texture uniche per cosmetici di lusso realizzabili grazie alle soluzioni di stampa 3D di HP. Le aziende stanno inoltre esplorando la progettazione e la produzione di una serie di nuove applicazioni che si avvalgono delle funzionalità avanzate della piattaforma Multi Jet Fusion di HP. Il design di texture uniche così come l’innovativo “lattice packaging” sono il risultato della collaborazione tra L’Oréal, HP, e la Commissione per le energie alternative e atomiche, le Commissariat à l’énergie atomique et aux énergies altertatives, (CEA) annunciata lo scorso anno.

Nuovi fornitori ampliano il Digital Manufacturing Network

HP sta ampliando il proprio Digital Manufacturing Network globale grazie a nuovi fornitori di parti certificati, che garantiscono elevati standard di qualità e affidabilità in risposta alla crescente domanda di produzione Multi Jet Fusion. Il network ora include sia partner di produzione che professionisti della produzione Multi Jet Fusion che si avvalgono delle soluzioni di stampa 3D HP per progettare, produrre e distribuire parti su larga scala. Più di 30 nuovi professionisti della produzione Multi Jet Fusion offrono servizi qualificati di produzione a livello locale.

Per supportare la gestione e l’automazione di flussi di lavoro di stampa 3D complessi e produzione additiva su larga scala, i partner HP Digital Manufacturing Network e i fornitori di parti come Forecast 3D, Jawstec, Weerg e ZiggZagg, stanno adottando il portafoglio di offerte di additive manufacturing di HP tra cui 3D Factory Services, soluzioni software come HP 3D API e HP 3D Center, e soluzioni hardware come HP Automatic Unpacking Station. ZiggZagg è inoltre il più recente partner a beneficiare del modello di business di HP 3D-as-a-Service (3DaaS) per crescere più rapidamente su larga scala sbloccando la flessibilità del capitale e ottimizzando l’agilità del business.

Il modello si è dimostrato molto efficace durante il periodo instabile dovuto alla pandemia COVID-19 e viene sempre più spesso applicato da tutti i clienti HP.

Nel padiglione 12.1 stand D61 a Formnext, HP e i suoi clienti presentano alcune parti finali e le applicazioni innovative più recenti:

  • BASF 3D Printing Solutions GmbH e Oechsler AG hanno progettato un sedile auto completamente, personalizzato, stampato in 3D utilizzando Multi Jet Fusion e la polvere Basf Ultrasint TPU01; Oechsler ha elaborato un “elastomeric lattice design” ideale per sedili automobilistici per auto di lusso e sportive con caratteristiche altamente personalizzate.
  • Impress, la più grande catena europea di ortodonzia technology-driven, sta utilizzando la soluzione HP Jet Fusion 5210 per favorire la produzione in scala di allineatori dentali trasparenti, nel suo nuovo sito produttivo situato in Spagna.
  • Finalisti Pumundus Challenge 2021: Athos, Glaze Prosthetics e Odisei Music hanno utilizzato Multi Jet Fusion per progettare applicazioni premiate dal Pumundus Challenge di quest’anno. Athos è pronta a commercializzare una scarpa da arrampicata personalizzata; la mano attiva Symbious di Glaze Prosthetics ha superato le “aspettative” degli amputati agli arti superiori per durabilità, leggerezza e possibilità di personalizzazione; il sassofono elettronico da viaggio di Odisei Music, piccolo e leggero, conta più di 1.200 utilizzatori a livello mondiale.

Disruption del Metal Manufacturing grazie a HP Metal Jet

HP mostra inoltre a Formnext i progressi della sua piattaforma Metal Jet, incluse le nuove parti e i traguardi raggiunti grazie a partner come GKN e Volkswagen. Volkswagen sta integrando le parti finali prodotte da HP Metal Jet per il pillar A della T-Roc Cabriolet. Le parti strutturali hanno superato la certificazione dei crash test e contano quasi il 50% in meno rispetto ai componenti convenzionali. Mentre HP continua a convalidare le applicazioni di produzione con partner e clienti esistenti, sta andando verso una maggiore disponibilità commerciale di Metal Jet nel 2022.

Oltre ad esporre diverse parti HP Metal Jet (padiglione 12.1 stand D61) il 18 novembre alle 14.00 HP e GKN terranno una sessione “Value Added Capability of HP Metal Jet Technology” presso il TCT Introducing Stage (padiglione 12.0 stand E41). HP Metal Jet è inoltre finalista della 2021 Purmundus Challenge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Daniela Garbillo

Giornalista pubblicista con 30 anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie innovative alle energie rinnovabili, dall'occhialeria al beauty, all'architettura. All'attivo anche importanti esperienze in comunicazione, organizzazione di eventi e marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.