HP, Lutech, NTT e While True si associano ad Anitec-Assinform

Marco Gay, Presidente di Anitec-Assinform

Anitec-Assinform, l’Associazione che rappresenta in Confindustria le principali imprese dell’ICT e dell’elettronica di consumo operanti in Italia, si allarga con l’ingresso di HP Italy, il Gruppo Lutech, NTT Italia e While True.

I quattro nuovi membri vanno a rafforzare la rappresentanza dell’Associazione la cui missione si esplicita lungo tre filoni principali: rappresentanza del settore, servizio operativo, confronto e dialogo fra gli operatori.

Le nuove adesioni confermano il trend del 2021 che si è chiuso con l’ingresso di 32 nuovi soci, nonostante il complicato contesto economico.

Un segnale di riconoscimento per le attività dell’Associazione e, al tempo stesso, una sfida a rafforzare le attività di rappresentanza, come spiega il Presidente Marco Gay.

“I nuovi ingressi confermano la qualità del lavoro svolto in questi anni dalla nostra Associazione in una fase storica di assoluta importanza per il settore digitale, ma sono anche uno stimolo a rafforzare ulteriormente l’attività di rappresentanza. Durante la pandemia, le imprese ICT hanno svolto un ruolo chiave per la tenuta dell’intero sistema economico, abilitando nuove modalità di lavoro, di formazione e di fruizione di beni e servizi”, commenta.

Il 2022 sarà un anno importante per l’Associazione, spiega il Presidente, viste le opportunità e le sfide che arriveranno dall’attuazione dei progetti del PNRR.

“Il PNRR ha proprio nella transizione digitale ha uno dei due assi portanti, insieme a quelle ambientale ed energetica. Dalla diffusione delle competenze digitali, alla diffusione delle nuove tecnologie all’interno di PMI e PA, fino all’offerta di prodotti e servizi sempre più innovativi per cittadini e imprese, sono tante le priorità da affrontare per rendere l’Italia un paese davvero digitale”, spiega.

“Grazie al contributo e all’impegno dei nostri soci, vogliamo mettere le nostre professionalità, esperienze e conoscenze al servizio del Paese e dell’intero sistema confederale”, aggiunge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.