Nuovi robot Scara di Epson per operazioni di pick and place in spazi ristretti

Epson ha aggiunto due nuovi modelli alla sua gamma di robot Scara: GX4 e GX8. Compatti e versatili, questi robot sono progettati per ottimizzare produttività, velocità e precisione in spazi ristretti e supportano un’ampia gamma di applicazioni in vari settori, dall’assemblaggio dei componenti automotive al dosaggio, fino al caricamento.

Scara GX4 per la produzione di smartphone, computer e apparecchiature medicali

Con un carico utile massimo di 4 kg, il modello GX4 offre un’ampia area di lavoro nonostante una sezione di flangia molto compatta (140 x 185,5 mm) e un tempo ciclo di appena 0,33 secondi, anche in caso di utilizzo prolungato. Molte operazioni di assemblaggio possono essere eseguite solo con il braccio orientato in una direzione: è stato progettato infatti per ruotare a sinistra o a destra, aumentando fino al 40% l’area di lavoro massima. L’elevata rigidità del braccio, disponibile con lunghezza di 250, 300 e 350 mm, riduce a un livello molto basso le vibrazioni residue, con partenze e arrivi fluidi anche ad alte velocità.

Dimensioni, velocità e precisione rendono Scara GX4 particolarmente adatto per un’ampia gamma di applicazioni in molteplici settori, dalla produzione di smartphone e computer alla realizzazione di apparecchiature medicali, fino al confezionamento farmaceutico.

Scara GX8 per applicazioni pick-and-place, dosaggio e caricamento

Simile per progettazione e prestazioni alla serie GX4, il modello GX8 ha un carico utile massimo di 8 kg, una sezione di flangia molto compatta di 185 x 220 mm e cicli di appena 0,28 secondi. Proprio come GX4, il GX8 è dotato di un braccio ad alta rigidità che assicura vibrazioni residue contenute, con movimenti di partenza e di arrivo fluidi a tutte le velocità. Inoltre, è in grado di sostituire robot più grandi e migliora la produttività in tutti i settori che richiedono elevata velocità e massima precisione, quali la produzione di componenti elettrici e meccanici, le applicazioni pick-and-place, il dosaggio e il caricamento.

I due nuovi SCARA includono anche controller e software, oltre a essere disponibili come unità da banco: GX8 è configurabile per il montaggio a parete o soffitto, mentre il modello GX4 è disponibile come sistema multi-mount per l’installazione sia a parete sia a soffitto. Sono disponibili anche opzioni per camera bianca e unità per l’installazione in ambienti speciali, ad esempio IP65 ed ESD.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Daniela Garbillo

Giornalista pubblicista con 30 anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie innovative alle energie rinnovabili, dall'occhialeria al beauty, all'architettura. All'attivo anche importanti esperienze in comunicazione, organizzazione di eventi e marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.