I sistemi di visione Wenglor si arricchiscono con le tecnologie di illuminazione di TPL Vision

Wenglor sensoric group, azienda tedesca che sviluppa e produce sensori intelligenti, dispositivi di sicurezza e sistemi avanzati di elaborazione di immagini, ha recentemente ufficializzato l’acquisizione di TPL Vision, azienda inglese specializzata in illuminazione, robotica e applicazioni di machine vision. SPS Italia – svoltasi a Parma lo scorso maggio – è stata l’occasione per Wenglor sensoric italiana di presentare al mercato la nuova gamma di illuminatori Led di TPL Vision.

L’acquisizione di TPL rafforza, di fatto, il posizionamento di Wenglor nel mercato delle soluzioni per la visione artificiale 2D/3D e la lettura dei codici a barre, arricchendone la vasta offerta con una serie di prodotti per l’illuminazione che permettono di rispondere anche alle esigenze applicative più complesse.

Nel processo di elaborazione d’immagine, un’illuminazione di alta qualità è la chiave per avere immagini ancor più definite, affidabili e con un maggior contrasto. Oggi una serie di Led e diffusori ottici disposti nelle forme più disparate e, quindi, in grado di offrire fonti di luce differenziate a seconda dello specifico bisogno applicativo, completano le soluzioni Wenglor migliorandone le già eccellenti prestazioni. A ciò si aggiunge il fatto che tutta la gamma WenglorTPL sia disponibile in diverse custodie e dimensioni per adattarsi a un’ampia varietà di applicazioni e ambienti industriali.

“Siamo orgogliosi di aver potuto presentare, in anteprima per il mercato italiano, i nuovi prodotti di illuminazione di TPL Vision durante SPS Italia. Bar Lights, Ring Lights, Flat Lights e tutta la gamma hanno riscosso un grande successo. – commenta Elio Bolsi, general manager di Wenglor sensoric italiana – Questa varietà di illuminatori Led completano e potenziano la nostra offerta per la visione artificiale e ci permettono di estendere il nostro raggio di azione a nuovi ambiti industriali e, allo stesso tempo, di proporre al mercato soluzioni ancor più complete e in grado di rispondere in modo puntuale ed effcace a qualsiasi tipo di esigenza”.

Diversi sono i modelli disponibili nella nuova gamma WenglorTPL. Vediamoli di seguito.

Bar Lights: illuminazione potente e versatile

Grazie all’illuminazione estremamente versatile, le barre luminose (Bar Lights) possono essere utilizzate in qualsiasi ambiente industriale. Un sistema lineare di LED con un eccellente bilanciamento e una buona omogeneità della luminosità risulta essere perfetto per le più diverse esigenze, come, ad esempio, creare un effetto campo scuro per illuminare superfici lucide o un effetto campo chiaro per inondare diffusamente con una luce potente qualsiasi superficie. Le Bar Lights sono disponibili con luce a infrarossi, rossa o bianca, in diverse dimensioni (lunghezze: 125 mm, 250 mm, 375 mm, 500mm) e con luce diffusa o angolo modulabile. Esiste, inoltre, anche una versione IP69K per le applicazioni in ambienti difficili.

Ring Lights per un’illuminazione ad alta intensità

Le Ring Lights sono costituite da una serie di LED disposti ad anello. Questo tipo di illuminazione viene solitamente posizionata intorno all’asse ottico di una smart camera di visione artificiale, per fornire un ampio cono di illuminazione. Le Ring Lights sono disponibili con luce a infrarosso/bianca o rosso/cyan e permettono di illuminare in modo omogeneo a qualsiasi distanza.

Dome Lights per l’ispezione di superfici irregolari, lucide o metalliche

Le Dome Lights assicurano un’illuminazione uniforme e omogenea dell’oggetto. Possono essere utilizzate nel caso di superfici riflettenti particolarmente complesse, così come per superfici irregolari, lucide o metalliche, grazie alla loro capacità di illuminazione diffusa e multidirezionale. Le Dome Lights combinano luci ad anello modulari con diversi accessori che offrono una vasta gamma di funzionalità alle esigenze più diverse.

Flat Lights: ideali per la retroilluminazione

Questa categoria di prodotti di illuminazione viene generalemente usata – ma non esclusivamente – per la retroilluminazione, in particolare per creare sagome nitide in applicazioni come il pick-and-place oppure per l’ispezione di oggetti chiari. Le Flat Lights possono essere utilizzate anche per un’illuminazione diretta di superfici molto lucide. Le Flat Lights per le applicazioni di machine vision sono disponibili in tre differenti colori (bianco, rosso e infrarossi) e in formati differenti, dalla più piccola alla più grande (200×200 mm oppure 500×500 mm).

Flat Dome Lights per l’illuminazione di grandi aree

Le Flat Dome Lights vengono spesso utilizzate per l’illuminazione dall’alto o per l’illuminazione di superfici molto ampie. La loro struttura è simile a quella delle Flat Lights ma con un foro centrale per la camera, ma la diffusione della luce è quella di una Dome Lights tradizionale. In generale, questa luce è adatta a qualsiasi applicazione che richieda un’illuminazione uniforme, senza ombre e in presenza di superfici irregolari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Innovation Post

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato alle politiche e alle tecnologie per l'innovazione nel settore manifatturiero. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e si è affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è una testata del Network Digital360 diretta da Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.