Nasce il Fondo Italia Space Venture: oltre 250 milioni a sostegno di start-up, imprese innovative e spin-off universitari

Sostenere le iniziative imprenditoriali innovative in ambito spaziale e aerospaziale, come gli spin-off universitari, le startup e le imprese innovative in fase di crescita, ma anche i fondi di venture capital privati dedicati allo spazio: sono questi gli obiettivi del Fondo Italia Space Venture, gestito da CDP Venture Capital.

Il fondo potrà contare su una dotazione di di 90 milioni di euro, provenienti dal Fondo complementare al PNRR, che andranno a sommarsi ai 90 milioni messi a disposizione da CDP Venture Capital. A queste risorse si aggiungeranno ulteriori investimenti privati, con un effetto leva stimato che porterà il totale a 250 milioni.

Le modalità di intervento e la governance del Fondo sono state determinate attraverso un accordo siglato tra il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale con delega alle politiche spaziali e aerospaziali, Vittorio Colao, dal Capo del Dipartimento per la trasformazione digitale, Mauro Minenna, e dall’Amministratore delegato e Direttore Generale di CDP Venture Capital, Enrico Resmini.

Le risorse verranno utilizzate per investimenti nei progetti imprenditoriali innovativi in ambito spaziale e aerospaziale come, ad esempio, le attività di accelerazione e di trasferimento tecnologico.

Il Fondo fornirà così un sostegno finanziario specializzato alle aziende del settore, andando a colmare un ritardo nella disponibilità di fondi di venture capital specializzati e a dare concretezza alla strategia italiana sullo spazio tesa a moltiplicare e potenziare le applicazioni “downstream” e “upstream” e l’utilizzo di dati spaziali per offrire nuovi servizi a cittadini ed imprese, stimolando l’imprenditorialità e la crescita dell’economia.

Le risorse andranno quindi a favorire lo sviluppo di un mercato, quello della space economy, che nel 2021 ha registrato un’ulteriore crescita e che vede l’Italia posizionarsi al sesto posto per investimenti in relazione al PIL e terzo in Europa.

Per valutare il potenziale tecnologico delle iniziative individuate, l’accordo prevede inoltre il contributo specialistico degli esperti messi a disposizione dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) a supporto di CDP Venture Capital.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.