Digital360, primo semestre 2022 in forte crescita tra acquisizioni e investimenti tecnologici

Il CdA di Digital360, PMI innovativa quotata sul mercato Euronext Growth Milan, ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022. I dati semestrali, con i ricavi complessivi che ammontano a 24,5 milioni di euro (+51% sul primo semestre del 2021), premiano la strategia di crescita dell’azienda, portata avanti in questi mesi sia grazie ad acquisizioni strategiche – rispetto ai primi sei mesi del 2021 sono ben 8 le nuove realtà che entrano a far parte del perimetro – che ad investimenti tecnologici.

Principali risultati consolidati del semestre

I ricavi complessivi del bilancio consolidato conseguiti al 30 giugno 2022 ammontano a 24,5 milioni di euro, con un incremento del 51% rispetto allo stesso periodo del 2021, quando il loro valore era di 16,2 milioni di euro.

L’incremento per complessivi 8,3 milioni di euro è per circa il 60% legato all’apporto derivante dalle nuove società consolidate, che incide per circa 4,9 milioni di euro, e per la differenza (3,4 milioni di euro) alla crescita organica dei ricavi a perimetro omogeneo (+21% rispetto al primo semestre 2021).

I ricavi pro-forma, con un valore di 33,8 milioni di euro, crescono del 108% rispetto a quelli contabilizzati lo scorso semestre, e sono già nei soli primi sei mesi dell’anno pari a oltre l’80% di quelli pro-forma contabilizzati nell’intero esercizio 2021.

Il valore complessivo pro forma della produzione ammonta a 35,3 milioni, con un incremento di 18,4 milioni (+109%): di questi 9,4 sono legati all’espansione del perimetro.

Grazie alla significativa crescita dei ricavi, l’EBITDA del bilancio consolidato raggiunge i 5 milioni di euro, con un incremento del 34% rispetto a quello contabilizzato al 30.06.2021, quando valeva 3,7 milioni di euro. Gestionalmente, anche a perimetro costante, l’EBITDA evidenzia una crescita organica di circa il 10%, nonostante l’importante rafforzamento della struttura manageriale e di staff corporate per far fronte efficacemente alla rilevante crescita dimensionale. Con riferimento invece ai dati pro-forma, l’EBITDA ammonta a 7,1 milioni di euro e cresce di ben 3,4 milioni (+89%) rispetto al risultato dello scorso semestre.

L’EBIT del bilancio consolidato ammonta al 30.06.22 a 3,1 milioni di euro, con un incremento del 36% rispetto a quello dello stesso periodo del 2021 (quando valeva 2,3 milioni di euro), mentre l’EBIT Adjusted è pari a 3,8 milioni di euro, con una crescita del 35% rispetto al valore contabilizzato al 30 giugno 2021 (era 2,8 milioni di euro). Con riferimento ai dati pro-forma l’EBIT Adjusted raggiunge la cifra di 5,6 milioni di euro a fine semestre, e quindi raddoppia rispetto ai 2,8 milioni di euro dell’esercizio precedente.

L’utile netto consolidato aumenta a 1,8 milioni (era 1,4 milioni euro nel 2021). L’utile netto Adjusted, misurato sui 6 mesi pro-formati, ammonta a 3,8 milioni, anche in questo caso il doppio del semestre precedente (quando valeva 1,9 milioni di euro).

Positivo anche l’andamento finanziario del Gruppo con una PFN che, nonostante gli investimenti fatti, i vendor loan del 2021 pagati nel 2022 e le acquisizioni concluse, resta creditoria per circa 2,4 milioni di euro (contro i 3,1 creditori del 31.12.2021).

Si rafforza il Patrimonio Netto Consolidato, che passa dai 16,4 milioni del 31 dicembre 2021 ai 19,1 milioni di euro del 30 giugno 2022.

Un semestre di espansione in Italia, in Europa e nel Latam

Risultati che arrivano a termine di un semestre di crescita, dove l’azienda ha continuato a sostenere investimenti per crescere, ed in particolare per lo sviluppo di strutture e piattaforme tecnologiche, con un valore della spesa complessiva in innovazione che ammonta a 1,9 milioni di euro, principalmente costituiti da immobilizzi immateriali.

La spesa principale è stata sostenuta per investimenti in innovazione tecnologica e per lo sviluppo di nuovi servizi digitali.

Nel 2022, inoltre, Digital 360 ha avviato un importante progetto di espansione, sia all’interno del territorio italiano che a livello internazionale. rivolto per ora in primis a tutta l’area geopolitica Latam e Spagna, che era già stato preparato lo scorso anno, con il lancio di InnovacionDigital360.com, portale in lingua spagnola dedicato alla trasformazione digitale.

Questa enorme area geopolitica, che ha in comune la stessa lingua e una matrice culturale molto simile all’Italia, offre opportunità particolarmente rilevanti per il business della società, presentando anche un mercato e un contesto competitivo con caratteristiche simili a quello del nostro Paese. In quell’area risulta inoltre avviata una forte accelerazione dell’innovazione digitale, spinta dalla pandemia e dall’arrivo dei fondi pubblici di rilancio dell’economia.

Complessivamente, sia sul fronte interno che quello estero, le acquisizioni dell’azienda hanno riguardato:

  • Xona, un’agenzia di marketing con sede a Buenos Aires, con una specifica focalizzazione sul mercato Tech
  • Corecube (acquisizione perfezionata a gennaio 2020), specializzata nella progettazione di percorsi formativi per professionisti che hanno anche la necessità di aggiornarsi in base agli obblighi dei propri ordini di appartenenza
  • una quota pari al 51% della società Digital Sales S.r.l. (febbraio 2022), una startup specializzata nelle soluzioni digitali a supporto del marketing e delle vendite B2B (MarTech e SalesTech), e che supporta le imprese a utilizzare efficacemente le soluzioni tecnologiche di Marketing Automation e di Customer Relationship Management (CRM) basate sulla piattaforma software di Hubspot, società quotata al Nasdaq
  • il perfezionamento dell’acquisto di una quota del capitale sociale pari al 25,5% di ICT LAB, di cui aveva già acquisito una prima quota del 25,5% nel mese di ottobre del 2021, arrivando così a detenerne la maggioranza
  • l’acquisizione (giugno 2022), tramite la controllata spagnola Digital360 Iberia S.L., di una quota pari al 70% della società Business Publications Spain S.L. (BPS), con sede a Madrid, con l’impegno di acquisire il restante 30% nel corso dei prossimi 3 anni. Business Publications è un’azienda specializzata nella produzione di contenuti sull’innovazione digitale e sulle tecnologie ICT
  • la firma di un accordo vincolante per l’acquisizione del 51% del Gruppo Methodos (specializzato in servizi a supporto del cambiamento organizzativo e della trasformazione digitale nelle organizzazioni), il cui closing si è tenuto il 5 luglio 2022
  • l’acquisizione (giugno 2022) di una quota pari al 51% della società Del Monte & Partners Comunicazione s.r.l., società specializzata nelle soluzioni digitali a supporto del marketing e delle vendite B2B (MarTech e SalesTech), tra i primi partner italiani di Hubspot
  • l’acquisizione (giugno 2022) del 75% della società CryptoNet Labs s.r.l., il cui closing si è tenuto il 13 luglio 2022. CryptoNet svolge la propria attività nel settore della realizzazione di sistemi attivi e passivi per la Cybersecurity, con un’offerta che include servizi, consulenza e piattaforme tecnologiche per il monitoraggio e la difesa di dati e informazioni aziendali

Per sostenere il processo di acquisizioni programmato nell’anno, Digital360 ha concluso nel semestre (direttamente e per il tramite delle sue controllate) diversi contratti di finanziamento a medio e lungo termine (da quattro a sei anni di durata complessiva): oltre a Bancobpm e Credem, che hanno finanziato il Gruppo complessivamente per 4,8 milioni di euro, Digital360 ha siglato in giugno tre contratti di finanziamento con Illimity Bank S.p.A, per un totale di altri 14 milioni di euro, tutti finalizzati a sostenere il programma di acquisizioni di cui si è detto, e che prevede oltre all’impiego di mezzi finanziari di terzi, l’utilizzo di risorse proprie del Gruppo.

In data 31 maggio 2022 si è chiuso il quinto ed ultimo dei periodi previsti per l’esercizio delle obbligazioni convertibili relative al prestito obbligazionario emesso per originari 2 milioni di euro nel 2017 e denominato “Digital360 Convertible 4,5% 2017 – 2022”.

Al termine di tale periodo sono state esercitate n. 661 obbligazioni convertibili delle 687 residue, per un controvalore nominale di euro 1.057.600,00 e sono state conseguentemente assegnate n. 661.000 azioni di compendio. Il residuo non convertito delle 26 obbligazioni, per un valore nominale di euro 41.600,00 è stato rimborsato ai possessori dei titoli come previsto dal regolamento del prestito.

“Alcune delle acquisizioni effettuate ci aiuteranno ad aumentare il focus e la spinta sui servizi tech-based ad abbonamento (Consultech), che rappresentano una componente importante e innovativa della strategia di crescita del Gruppo, particolarmente adatta a supportare le piccole e medie imprese italiane nel loro percorso di trasformazione digitale”, spiega Gabriele Faggioli, Amministratore Delegato di Digital360.

“Inoltre, le acquisizioni effettuate in ambito Advisory evidenziano la scelta di creare cluster di imprese sinergiche negli ambiti di maggiore sviluppo della Business Unit, in particolare nel settore della consulenza per le pubbliche amministrazioni, trainato dal PNRR (grazie alla controllata ICTLAB ed alla acquisenda Meridiana), nella cybersecurity (con l’acquisita Cryptonet Lab), l’HR transformation (Gruppo Methodos). Si tratta di settori di business nei quali il Gruppo mira a realizzare importanti sinergie interne con conseguente ampliamento della mole di servizi erogati”, aggiunge.

Le previsioni sull’evoluzione del secondo semestre

A luglio 2022 è continuato il processo di espansione dell’azienda, con la firma di un accordo per l’acquisizione di una quota pari al 51% della società Meridiana Italia s.r.l. che opera nel campo dei servizi specialistici per la Pubblica Amministrazione, supportando enti ed istituzioni nella gestione di programmi europei sul territorio nazionale e comunitario.

Il principale ambito di operatività di Meridiana è l’assistenza tecnica, fornita alle PA clienti, per la progettazione, la gestione, la valutazione e il monitoraggio di programmi e progetti a valere sui fondi strutturali europei e nazionali. Le opportunità di crescita in questo ambito sono molto significative, anche legate anche al PNRR, per il quale la società si sta preparando alla partecipazione per diverse gare di appalto.

Nonostante lo scenario di riferimento con diverse criticità, il Gruppo non ha registrato nel primo semestre conseguenze negative, come testimoniato anche dal buon andamento degli ordini commerciali, che fa ritenere una buona chiusura dell’intero esercizio 2022, in linea con il budget pianificato per l’anno in corso, e guarda con attenzione al futuro preparandosi a gestire eventuali cambiamenti di mercato.

“Nel corso dei primi 6 mesi dell’anno, sono state avviate diverse attività finalizzate ad accelerare lo sviluppo internazionale del Gruppo, dalle acquisizioni di Xona e BPS rispettivamente in Latam e Spagna, alla creazione di un team manageriale dedicato di grande esperienza e con una profonda conoscenza di questi mercati. Il processo continuerà nella seconda parte dell’anno, portando rapidamente alla creazione di una posizione di mercato fin da subito importante”, commenta Raffaello Balocco, Amministratore Delegato di Digital360.

“Oltre alle acquisizioni già formalizzate e consolidate in semestrale, altre sono state contrattualizzate con preliminari di acquisto nel corso dei primi sei mesi dell’anno (e finalizzate successivamente al 30 giugno), ed altre ancora sono in fase di negoziazione alla data odierna, con l’obiettivo di traguardare la fine dell’esercizio con un perimetro significativamente cresciuto rispetto all’inizio dell’esercizio, per dimensione, numeri e soprattutto, prospettive”, aggiunge Andrea Rangone, Presidente di Digital360.

Gli Amministratori Delegati e il Presidente di Digital360 commenteranno i risultati del primo semestre 2022 nel corso di una call con gli investitori che si terrà il 23 settembre 2022 alle ore 10.00 CET, cui è possibile iscriversi tramite questo link.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.