A maggio balzo in avanti del clima di fiducia di imprese e consumatori

Il consolidamento del calo dei contagi e il rafforzamento del piano vaccinale, ma anche la definitiva approvazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e una relativa calma sul piano dell’agone politico sono probabilmente le prime cause del vero e proprio “boom” della fiducia di consumatori e imprese registrato a maggio dall’Istat. Per le imprese l’indice composito del clima di fiducia passa da 97,9 a 106,7: è il livello più elevato da febbraio 2018.

Continua a leggere

I numeri della robotica in Italia: dopo un 2020 negativo in arrivo ripresa a doppia cifra

Nel 2020 in Italia il mercato della robotica ha subito l’impatto della crisi: -14,2% per i consumi e -20,1% per la produzione nazionale. Ma, secondo i dati diffusi da Siri e Centro studi Ucimu, nel 2021 ci sarà una crescita a doppia cifra del mercato. Ad ampliare lo spettro delle possibili applicazioni nei prossimi anni saranno gli sviluppi di intelligenza artificiale e apprendimento automatico.

Continua a leggere

A scuola di Competenze 4.0, dalla robotica alla cyber security: tutte le proposte e i percorsi formativi del Competence Center Made

Corsi, esperienze, percorsi, ma anche costi e opportunità di finanziamento offerti dalla nuova ‘Scuola di Competenze 4.0’ del MADE, il Competence Center lombardo presso il Politecnico di Milano. L’obiettivo è formare le competenze dei lavoratori in 12 aree tematiche e applicative dell’Industria 4.0, dalla Manifattura 4.0 alla logistica, dalla robotica collaborativa alla Cybersecurity, dalla fabbrica Green alla produzione responsabile.

Continua a leggere

Il settore delle costruzioni sarà più sicuro e sostenibile grazie alla robotica, parola di ABB

Il mondo delle costruzioni, dell’edilizia e dell’architettura si trova ad affrontare una serie di sfide, dalla carenza di manodopera all’esigenza di ridurre l’impatto sull’ambiente, per le quali la flessibilità e l’efficienza offerte dalla robotica possono essere di grande utilità. Ne è convinta ABB, che sta sviluppando un nuovo segmento di soluzioni di robotica rivolte a queso settore. Un esempio delle potenzialità è offerto da Magic Queen, installazione realizzata in occasione della Biennale Architettura in materiale biodegradabile con l’utilizzo della stampa 3D e di un robot industriale

Continua a leggere

Bonomi (Confindustria): “Per la ripresa bisogna stimolare gli investimenti privati: puntiamo subito su filiere strategiche e semplificazioni”

Mettere a terra le riforme previste nel PNRR per stimolare da subito gli investimenti privati. Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, vuole assicurarsi che le risorse disponibili favoriscano davvero la ripresa del Paese. Quattro le scelte prioritarie per la ripresa italiana: supportare le filiere strategiche della manifattura italiana, spingere sulle semplificazioni, mettere in campo delle vere politiche attive per il lavoro e moltiplicare gli investimenti privati legati al PNRR

Continua a leggere

L’Automazione chiude il 2020 in calo a doppia cifra (e la ripresa attesa nel 2021 non sarà rapidissima)

I dati dell’Osservatorio dell’industria italiana dell’automazione, documento che comprende i dati del settore e traccia un quadro delle tendenze di mercato dal 2020 fino ai primi mesi del 2021, indicano un fatturato complessivo di 4,5 miliardi di euro (-10,3%). Per il 2021 è del +6% la variazione attesa del fatturato. La ripresa attesa si confronta con tensioni sul fronte delle quotazioni e dei tempi di consegna per le principali commodity impiegate nel processo produttivo, unitamente alla carenza della componentistica elettronica di base.

Continua a leggere

Dubbi sull’efficacia e scelte non abbastanza audaci: il regolamento europeo sull’Intelligenza Artificiale non convince tutti

Il regolamento europeo sull’Intelligenza Artificiale punta a offrire un’alternativa antropocentrica all’approccio cinese e statunitense e a posizionare l’Unione Europea come attore di riferimento in questo campo. Tuttavia, in molti dubitano che riuscirà davvero a raggiungere questi ambiziosi obiettivi. Se ne è discusso in un dibattito pubblico promosso dalla Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa

Continua a leggere

Gentiloni: “Le misure fiscali hanno protetto l’economia e aperto la strada alla ripresa”

Secondo le previsioni di primavera, l’economia dell’UE dovrebbe crescere del 4,2% nel 2021 per poi rafforzarsi ulteriormente (+4,4%) nel 2022. Nella zona euro, la crescita del PIL è prevista rispettivamente al 4,3% e al 4,4%. Per l’Italia, il PIL reale dovrebbe aumentare del 4,2% quest’anno e del 4,4% nel 2022. Il commissario Paolo Gentiloni sottolinea il ruolo delle misure fiscali, che “hanno protetto l’economia e aperto la strada alla ripresa”.

Continua a leggere

PNRR, giallo risolto: il piano Transizione 4.0 non è stato depotenziato, ecco numeri e tabelle

Se il finanziamento del piano transizione 4.0 nel PNRR, il piano nazionale di ripresa e resilienza, fosse un giallo, potremmo dire di essere arrivati al momento in cui si scopre chi è l’assassino. Nella documentazione completa sul piano da quasi 2.500 pagine inviata da Draghi al presidente della Camera Fico, compaiono gli allegati tecnici e le schede di progetto da cui emerge che al piano Transizione 4.0 vanno 18,46 miliardi di euro. Dietro la scelta di suddividere la cifra tra risorse europee (13,38) e italiane (5,08) motivazioni legate all’impatto ambientale. Nell’articolo tutti i dettagli.

Continua a leggere

Più si usano robot, più aumenta l’occupazione: il “reinstatement effect” confermato da uno studio dell’INAPP

Non bisogna temere che l’utilizzo dei robot per l’automazione dei processi lavorativi aumenti il tasso di disoccupazione: secondo uno studio condotto da INAPP, Università di Trento e ISPAT nel periodo 2011-2018 l’introduzione di robot industriali non solo non ha prodotto effetti negativi sul tasso di occupazione, ma ha contribuito (seppur in misura contenuta) alla riduzione del tasso di disoccupazione. Inoltre, in dieci anni le attività legate alla programmazione e alla gestione dei robot sono aumentate del 50%.

Continua a leggere

Transizione 4.0, la commissione Finanze dice sì: arriva la possibilità di optare per la cessione del credito d’imposta

Le commissioni riunite Bilancio e Finanze del Senato hanno approvato, nel corso della seduta del 4 maggio, un emendamento che permetterà alle aziende di optare per la cessione del credito d’imposta derivante dall’acquisto di beni strumentali ad altri soggetti inclusi istituti di credito ed intermediari finanziari. A spingere per l’approvazione soprattutto gli imprenditori agricoli e le altre categorie che hanno difficoltà a compensare il credito con le procedure normali.

Continua a leggere