Digital360 Awards 2022, selezionati i 47 progetti che accederanno alla finale di Lazise del 30 settembre

Sono stati selezionati i 47 finalisti della settima edizione dei Digital360 Awards, il contest dedicato ai migliori progetti di innovazione digitale nelle aziende italiane, organizzato da Digital360 – PMI innovativa quotata sul mercato Euronext Growth Milan – per promuovere la cultura della trasformazione digitale nel nostro Paese.

I vincitori saranno premiati il 30 settembre a Lazise (VR), durante la tre giorni “Fuori dal Black Mirror: dall’Umanesimo Digitale all’Homo Digitalis”, organizzata dal 29 settembre al 1° ottobre in collaborazione con il CIOsummIT.

I finalisti, selezionati tra le 350 candidature ricevute sulle 8 diverse categorie tecnologiche in gara, presenteranno i propri progetti davanti a una giuria di oltre 200 CIO,
che selezionerà i vincitori assoluti sulla base di originalità delle idee, benefici concreti e replicabilità del modello.

L’evento conclusivo dei Digital360 Awards è dedicato alla trasformazione digitale come leva di crescita delle imprese, delle persone, della sostenibilità e dell’ambiente.

Ampio spazio sarà rivolto all’evoluzione delle tecnologie innovative in azienda e delle figure che le governano: CIO, Chief Innovation Officer, Head of Digital. Sono in programma keynote speech di alto profilo, momenti di condivisione e valutazione di progetti d’innovazione digitale, alternati a opportunità d’incontro e networking dal taglio ludico.

I CIO presenti avranno l’opportunità di analizzare i trend disruptive ed essere protagonisti delle giornate, partecipando ai CIO Talk e a instant poll sui vari percorsi di digital innovation.

I main partner dei Digital360 Awards e del CIOSummIT, che durante l’evento condivideranno approfondimenti sull’evoluzione tecnologica, sono importanti vendor ICT quali Adobe, Altea, Celonis, Cisco, Dell Technologies, Deloitte, IBM, Kyndryl, NetApp, Oracle, SalesForce, Schneider Electric, Sidi, Techedge, Tim.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.