La fiera A&T torna in presenza a Torino, al via il bando per il Premio Innovazione 4.0

La Fiera Internazionale A&T di Torino, dedicata a Innovazione, Tecnologie, Affidabilità e Competenze 4.0 ritorna in presenza all’Oval Lingotto di Torino dal 23 al 25 febbraio 2022.

La location è come da tradizione quella di Lingotto Fiere e, più precisamente, del padiglione Oval. Uno spazio di 20.000 mq completamente dedicati all’esposizione di tecnologie e strumentazioni dedicate al mondo industriale, con 6 focus: Smart manufacturing, Controllo della produzione, Controllo dei processi, Additive manufacturing, Testing e Metrologia, Smart Logistics.

L’appuntamento è un’occasione per mettere in vetrina le tecnologie industriali di ultima generazione e per far incontrare i manager delle grandi aziende con le piccole realtà imprenditoriali del territorio nazionale.

Gli Ambassador dell’Innovazione

Quest’anno, per rafforzare questo legame, sono state individuate delle figure di eccellenza imprenditoriale e coinvolte nel ruolo di Ambassador dell’Innovazione.

Il loro compito sarà quello di raccontare i vantaggi competitivi legati alla trasformazione tecnologica di processi e linee industriali, secondo quanto indicato dal Piano Transizione 4.0.

Gli Ambassador scelti sono: Vincenzo Ilotte, Direttore Generale di 2A Spa per la filiera automotive; Fulvio Boscolo, Ceo di LMA Aerospace Technology; Laura Gillio Meina, Country Leader Boston Scientific (filiera biomedicale); Daniele Modesto Ceo di Zero Farms per la filiera alimentare e Gianluigi Viscardi, Ceo di Cosberg per la filiera meccatronica.

Gli Ambassador avranno anche il compito di spiegare e supportare i cambiamenti in atto nelle singole filiere, rispetto ai processi di trasformazione digitale, offrendo agli imprenditori una “cassetta degli attrezzi” funzionale al perfezionamento della propria transizione 4.0.

Bando Premio Innovazione 4.0

In questi giorni il Comitato Scientifico Industriale di A&T ha pubblicato il nuovo bando del Premio Innovazione 4.0. Aziende, università e centri di ricerca hanno la possibilità – fino al 30 novembre e tramite la pagina dedicata – di presentare i propri progetti e casi applicativi dal carattere innovativo, capaci di migliorare processi e cicli produttivi attraverso le tecnologie 4.0.

Ogni edizione del Premio vede l’inserimento di nuove tematiche in linea con gli sviluppi industriali e tecnologici del momento. Quest’anno sono stati inserite come aree aggiuntive la mobilità sostenibile e la tecnologia legata ai droni.

Durante i tre giorni di manifestazione i progetti selezionati preventivamente dal Comitato Scientifico Industriale avranno la possibilità di essere raccontati al grande pubblico. Nove saranno i progetti finalisti (tre per ogni categoria in concorso) che parteciperanno alla cerimonia di premiazione, in programma il 25 Febbraio 2022.

In quel momento, ciascun finalista avrà l’opportunità di presentare il proprio progetto/soluzione/caso applicativo dal carattere fortemente innovativo e concorrere alla valutazione finale che decreterà il vincitore del Premio Innovazione 4.0 per l’anno 2022.

Altra novità importante della 16° edizione della Fiera A&T, e in particolare del Premio Innovazione 4.0, è la presenza di tre Tutor, uno per categoria in concorso, scelti tra i componenti del Comitato Scientifico Industriale.

Il loro compito è dedicato a incentivare il confronto sui processi di innovazione a 360°, focalizzati sulle tematiche oggetto del bando e le loro specifiche applicazioni per la categoria, e proprio a loro spetterà introdurre durante la Cerimonia di Premiazione le categorie e offrire spunti di riflessione e di analisi rispetto ai processi di trasformazione e innovazione 4.0.

I Tutor 2022 saranno: Maria Antonietta Perino, di Thales Alenia Space per la categoria Aziende; Domenico Appendino di Siri, per la categoria Università e Centri Ricerca e Stefano Soliano di ComoNext per la categoria Start-up.

“La Fiera Internazionale A&T, insieme al suo Comitato Scientifico Industriale ha da sempre giocato un ruolo fondamentale nell’accompagnare le imprese e gli imprenditori, con particolare attenzione alle PMI, verso una migliore competitività attraverso la conoscenza, l’applicazione e l’interconnessione delle nuove tecnologie”, commenta Alberto Baban, Presidente del Comitato Scientifico Industriale della fiera.

Barban sottolinea come per essere competitive a livello mondiale, le imprese devono saper cogliere tutte le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, saperle adattare all’interno del proprio sistema produttivo e credere convintamente nella contaminazione, cooperando in modo sistemico e senza confini territoriali, mantenendo al tempo stesso l’unicità della tradizione, dell’attitudine al lavoro e della adattabilità flessibile, che da sempre caratterizzando la manifattura italiana.

“Attraverso il Premio Innovazione 4.0, A&T intende valorizzare tutti questi aspetti insieme, coinvolgendo imprese, startup, università e centri di ricerca, al fine di favorire l’emersione e la visibilità di casi applicativi e progetti di ricerca che siano di stimolo ed esempio per tutti”, conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.