La carenza di microchip non si risolverà a breve: serve un piano B

L’attuale carenza mondiale di microchip preoccupa anche il mondo industriale. E la scarsità di semiconduttori non si risolverà facilmente: pensare di creare nuove fabbriche, magari in Europa, in vista di un’ipotetica autosufficienza ha costi troppo alti. Occorre invece ripensare e aggiornare l’ingegneria dei materiali e dei componenti elettronici – a livello di progetto, e poi di produzione – e ottimizzare le scelte d’uso dei chip

Continua a leggere