Credito d’imposta ricerca e sviluppo, arriva la proroga della sanatoria al 31 ottobre 2023 e la possibilità di certificare le attività

Il Governo interviene sulla disciplina relativa alla sanatoria per i crediti d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo indebitamente fruiti: è stato infatti approvato in Commissione alla Camera l’emendamento governativo che dispone la proroga del termine ultimo per la presentazione della domanda di riversamento dal 30 settembre 2022 al 31 ottobre 2023 e l’estensione della possibilità di certificare le attività effettuate anche al regime in vigore dal 2014.

Continua a leggere