Nel corso di una riunione del Comitato Interministeriale per la Sicurezza della Repubblica (Cisr), tavolo al quale siedono il Presidente del Consiglio dei ministri, il Ministro degli affari esteri, il Ministro dell’interno, il Ministro della difesa, il Ministro della giustizia, il Ministro dell’economia e delle finanze, il Ministro dello sviluppo economico, è stato dato il via libera ieri a un nuovo programma nazionale per la cybersecurity, che sarà realizzato in più fasi.

Primo step è un nuovo decreto che sostituirà l’attuale decreto Monti del 2013. Il nuovo provvedimento affida un ruolo centrale proprio al Cisr. Il Nucleo sicurezza cibernetica (Nsc) viene inoltre ricondotto all’interno del Dis (Dipartimento informazioni per la sicurezza) e avrà il compito di assicurare la risposta coordinata agli eventi “significativi” in fatto di sicurezza. Si tratta in sostanza di una semplificazione e razionalizzazione della catena di comando per la risposta alle minacce cibernetiche.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 801 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest