LabView NXG si aggiorna: arrivano i WebVI

National Instruments ha presentato un importante aggiornamento di LabView NXG, la “next generation” di LabView che, dallo scorso anno, si affianca alla versione “tradizionale”, consentendo di sviluppare applicazioni di test più intelligenti, configurare gli strumenti rapidamente, personalizzare i test in base alle specifiche del dispositivo e visualizzare facilmente i risultati da qualsiasi web browser, su qualsiasi dispositivo.

Arrivano i WebVI

La nuova versione di LabView NXG introduce nuove funzioni appositamente progettate per migliorare lo sviluppo di sistemi di test e misura automatizzati. Tra le principali novità di questa release c’è l’introduzione dei WebVI, dei Virtual Instrument pensati per lo sviluppo di interfacce utente web-based, adatte a girare su ogni tipo di browser e di dispositivo (PC, tablet o smartphone), senza la necessità di utilizzare plug-in o installer aggiuntivi.

Inoltre, per velocizzare i tempi di configurazione dell’hardware, il nuovo SystemDesigner permette di rilevare automaticamente l’hardware connesso, visualizzare i driver installati e individuare rapidamente i driver NI e di terze parti disponibili se non ancora installati.

La nuova release di LabView NXG aggiunge inoltre il supporto di migliaia di nuovi hardware e strumenti PXI e offre integrazione con TestStand, il software per la gestione di test di NI.

Le nuove possono essere utilizzate con applicazioni LabView già esistenti senza la necessità di riprogettare il software. Gli sviluppatori possono riutilizzare il codice scritto in precedenza in LabView NXG o LabView, attraverso una nuova interfaccia package manager per la gestione dei diversi pacchetti software.



Sviluppando sistemi di test con LabView e LabView NXG, posso lavorare con entrambe le versioni e sfruttare i punti di forza di entrambe. Con questa nuova versione di LabView NXG sono in grado di integrare nuovi metodi per visualizzare i dati su desktop con le interfacce grafiche vettoriali oppure nel browser per l’hosting sicuro, nelle mie applicazioni LabView esistenti e ottenere una reportistica dei risultati di test semplificata – Brian Hoover, progettista software di Samsung SDI.

Chi acquista LabView per la prima volta o possiede un contratto Service, può scaricare subito la nuova versione di LabView NXG e LabView 2017. È inoltre disponibile una versione “evaluation” di LabView NXG all’indirizzo www.ni.com/labviewnxg

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 777 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Pin It on Pinterest