Con PSS di Sick lettura di codici ad alte velocità senza sensore di visione

Un pattern sensor in grado di leggere codici 2D, date di scadenza e numeri seriali anche ad alte velocità, sempre con la massima precisione. Queste le capacità di PSS, il nuovo sensore di Sick pensato per sostituire, in alcune occasioni, le camere di visione.

Il sensore ha un avviamento semplice e intuitivo ed è nato come evoluzione dei già noti pattern sensor KTS/KTX, capaci di rilevare contrasto e colore in contemporanea. PSS si distingue per la rapida lettura dei contrasti in termini di pattern e le funzioni di controllo che comparano quanto visto con una stampa di riferimento.

Le caratteristiche: semplicità e rapidità

La configurazione del PSS avviene in tempi molto rapidi grazie al tasto teach, e dal momento della prima messa in servizio il sensore può continuare a lavorare in continuo, senza start&stop, controllando la presenza e la qualità di stampa. È possibile impostare una soglia di verifica compresa tra il 10 e il 90% rispetto all’originale, per andare a controllare la presenza di un certo dato, la qualità e la completezza della stampa. Per processare i dati e restituire l’output è necessario un trigger iniziale.

Il sensore optoelettronico rileva fino a 30 caratteri con un tempo di reazione di 10 ms, anche in ambienti scarsamente illuminati. La distanza operativa è di circa 28 mm, mentre la velocità di lavoro è pari a 4 m/s. Semplice da utilizzare, veloce nel rilevare, PSS è disponibile anche con interfaccia IO-Link per una comunicazione diretta dei dati di rilevamento, servizio e processo con il PLC.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 87 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest