Da Keyence un sistema di visione che si configura in tre passaggi

Una nuova interfaccia firmata Keyence che rende i sistemi di visione configurabili in tre passaggi. L’obiettivo è quello di facilitare le operazioni per renderle fruibili anche ai meno esperti. La multinazionale nata nel 1974 e attiva tra gli altri anche nei campi dei sensori, laser, microscopi, ha rilasciato una nuova funzione ai sui sistemi di visione ampliando variabilità di colore, forma, lucentezza e target.

Le caratteristiche dell’interfaccia Keyence

Il nuovo prodotto è composto da un’illuminazione multispettrale con led incorporati in otto colori e un circuito di controllo dedicato, oltre a un’illuminazione sincronizzata, controllo colore, illuminazione a segmenti e acquisizione delle immagini ad alta velocità senza complesse integrazioni con il PLC.

Inoltre, l’uso di una telecamera monocromatica ad alta velocità abbinata a un’illuminazione a 8 lunghezze d’onda offre capacità di gran lunga superiori rispetto all’ispezione cromatica con le telecamere a colori tradizionali (Rgb). Ciò consente agli utenti di ottenere una classificazione accurata anche delle differenze minime di colore.


Una precisa differenziazione del colore

La facilità di configurazione permette una potente differenziazione del colore: oltre al tradizionale cosiddetto “metodo contagocce”, la modalità multispettrale include un metodo di separazione dei colori per l’analisi solo di un’area specifica e del gruppo di colori specificati. Con questo metodo, gli utenti devono solo scegliere il colore richiesto per l’ispezione da quelli separati automaticamente. Ciò risolve il problema che si aveva con i metodi tradizionali per la specifica di un colore, che portava a risultati variabili in funzione dell’impostazione personale del colore o del punto in cui viene fatto clic con il mouse.

I colori da escludere dal rilevamento possono essere registrati come “colori esclusi”. Questa funzione è in grado di distinguere in modo affidabile tra i colori, evitando così di dover procedere alla complessa regolazione di precisione del colore estratto in presenza di colori simili a quello del target da rilevare, come nel caso di colori di sfondo simili.

La rimozione del bagliore

Il sistema di visione LumiTrax esegue le analisi utilizzando più immagini prese con l’illuminazione da direzioni diverse per rimuovere il bagliore. Questo consente di creare senza difficoltà immagini che, normalmente, richiederebbero moltissimo tempo ed esperienza.

L’illuminazione multispettrale utilizza gli otto led a colori incorporati per illuminare i target in diversi colori. Grazie alla capacità di ricordare i colori di illuminazione per ogni programma o tipo di prodotto, l’illuminazione multispettrale offre il colore ottimale per l’ispezione anche in presenza di più elementi e tipologie di prodotti.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 163 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest