Al Save Verona focus su Industria 4.0

Save verona

A Save Verona, l’appuntamento fieristico in programma il 17 e 18 ottobre nel capoluogo veneto, fari puntati su Industria 4.0, che sarà oggetto di diversi appuntamenti convegnistici. Ricordiamo sin d’ora che la partecipazione è gratuita, ma occorre preregistrarsi sul sito della manifestazione.

Il primo convegno che segnaliamo si intitola “Dagli incentivi alle tecnologie abilitanti: come investire in Industria 4.0”: la mattina del 18 ottobre, moderati da Franco Canna (direttore di Innovation Post), si alterneranno sul palco rappresentanti del Digital Innovation Hub veronese, e di ICIM, con i quali si parlerà di politiche industriali e incentivi; e poi esperti di Ifm Electronic, Exor, Consorzio Profibus & Profinet Italia e Omron che approfondiranno alcune delle tecnologie abilitanti in grado di aumentare maggiormente la competitività delle aziende manifatturiere: dal cloud manufacturing all’intelligenza artificiale, dalla manutenzione predittiva alle tecnologie per la connettività. Questo convegno consente agli ingegneri di maturare 3 crediti per la formazione professionale.

Secondo convegno che segnaliamo è quello organizzato da Anipla che si terrà il 17 pomeriggio, dal titolo “Dagli indossabili alla realtà virtuale: la tecnologia a supporto della centralità dell’operatore”. Qui saranno proposte testimonianze tecnologiche e applicazioni sui temi centrali per gli operatori sul campo (dallo sviluppo della strumentazione virtuale in versione indossabile, all’evoluzione esponenziale della connettività personale con smartphone, tablet, all’avvento dello IIoT per l’operatore 4.0 ecc.) con particolare attenzione alle soluzioni effettivamente sperimentate in ambito industriale e di innovazione 4.0. Gli interventi di aziende e attori istituzionali (come Università di Brescia, National Instruments, IRS, Comau, Progea, ATP Group, IPAF, Icona ecc.) porteranno casi applicativi ed esperienze, dagli occhiali per la realtà aumentata agli esoscheletri per migliorare la qualità del lavoro.

“Realtà Aumentata e Virtualizzazione: soluzioni tecnologiche e applicative per l’industria del futuro” è invece il titolo del convegno organizzato da ANIE Automazione incentrato sulla virtualizzazione dei sistemi di controllo e delle reti, che hanno reso possibile la nascita di un ambiente favorevole e sull’impiego diffuso della realtà aumentata e della virtualizzazione nei settori industriali. Verranno prese in esame le varie e molteplici possibili applicazioni che riguardano la quasi totalità delle attività che si svolgono all’interno degli stabilimenti, soprattutto con riferimento alle attività core della produzione (simulazione, validazione e progettazione di processi, manutenzione ecc.). Ad alternarsi al tavolo dei relatori saranno aziende come Advantech, Beckhoff Automation, Harting, Emerson Process Management, Rockwell Automation, Schneider Electric, Siemens, ESA Automation e così via. La partecipazione al convegno consentirà l’acquisizione di 3 CFP per gli iscritti a un Albo provinciale degli ingegneri.

AIS/ISA Italy Section (Ass. It. Strumentisti) a Verona affronterà il tema del “Monitoraggio dell’integrità delle infrastrutture”: la verifica e il monitoraggio dell’integrità delle infrastrutture nel mondo dell’Oil & Gas ma anche in molti altri settori, dopo il tragico crollo del Ponte Morandi di Genova, ha assunto un’importanza assoluta e di grandissima attualità. Il tema primario è quello legato alla sicurezza di chi vi lavora e di chi usufruisce di tali opere, ma non possono nemmeno essere sottovalutati gli impatti ambientali e le perdite economiche nel caso di guasti o rotture dell’infrastruttura. Nel corso del convegno, grazie agli interventi di attori primari quali Saipem, CNR-IMM, Enea, HBM Italia, Saipem, GHT Photonics / Micron Optics, SGS Italia e altri ancora, saranno esaminate le tecnologie più innovative e i sistemi di acquisizione / elaborazione dati e visualizzazione dello stato di integrità dell’asset oggetto di attenzione. La partecipazione al convegno consentirà l’acquisizione di 3 CFP per gli iscritti a un Albo provinciale degli ingegneri.


Manutenzione 4.0

Nel corso di SAVE si parlerà anche di manutenzione, tema complementare alla produzione e per questo argomento privilegiato di diversi convegni. Uno dei temi cardine sarà la “Digitalizzazione della Manutenzione”: si parla molto di digitalizzazione e Industry 4.0 anche applicata alla manutenzione, quando molti impianti utilizzano ancora metodologie che prevedono interventi manutentivi solo a seguito di una rottura; nel corso del convegno (coordinato da Giorgio Beato – SKF Solution Factory & Service Sales Manager) e grazie alla partecipazione di massimi esperti sul tema saranno analizzati casi applicativi, esperienze e soluzioni proposte da aziende come Coca-Cola HBC Italia, Barilla, dalla fabbrica 3Sun di Enel Green Power, da SKF, Carl Software, Prometeo Manutenzione e molte altre sulla strada della “digitalizzazione dell’industria”. La partecipazione al convegno consentirà l’acquisizione di 3 CFP per gli iscritti a un Albo provinciale degli ingegneri.

Un altro importante approfondimento consentirà di fare il punto sulle “Tecnologie abilitanti 4.0: soluzioni e applicazioni per una manutenzione competitiva”. La manutenzione si sta rapidamente evolvendo diventando sempre più tecnologica e digitale, la sua tradizionale ecletticità è oggettivamente un punto di forza che altre funzioni non hanno. Il seminario, coordinato da Franco Santini (Past President Aiman, Chairman CEN TC 319), vuole appunto entrare nel merito delle applicazioni e delle soluzioni offerte per la manutenzione in ambito 4.0. Nel convegno si parlerà allora di manutenzione innovativa nell’industria, con interventi a cura di aziende quali Dassault Systèmes, Omninecs (IBM Business Partner), AT4 Smart Services, Baker Hughes – a GE Company, AMA Roma, Weidmuller, Consorzio Profibus e Profinet, e così via.

Dallo smart building alla visione

A Verona anche il tema dello “Smart Building” resterà, come ormai accade da qualche anno, in grande evidenza, con alcuni approfondimenti che verteranno sull’IoT per il building, sulle tematiche appunto dello Smart Building e dell’automazione dell’edificio, oltre che dei sistemi di sicurezza dove interverranno tra gli altri BTicino, Gewiss, Vimar, Cisco, Schneider Electric, Marcom.

Ancora, un focus importante sarà poi dedicato alle tecnologie per l’alimentare con il convegno dedicato alla visione e la tracciabilità nella filiera alimentare, che vedrà approfondimenti su efficienza energetica e produttiva, tracciabilità, automazione e IoT, Big Data, manutenzione impianti, e così via.

Innovation Post

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato alle politiche e alle tecnologie per l'innovazione nel settore manifatturiero. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e in poche settimane si è già affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è un’idea di Franco Canna, che ne è direttore, e Armando Martin, entrambi giornalisti di lungo corso nel settore delle tecnologie per l’industria.

Innovation Post ha 487 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Innovation Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest