Università di Genova e Ansaldo STS, intelligenza artificiale per treni più “smart”

Cabina pilota treno

Rendere migliore la capacità degli operatori dei sistemi ferroviari di prendere decisioni veloci e, al tempo stesso, sicure, ma intervenire anche sulla manutenzione predittiva analizzando grandi moli di dati. Sono questi alcuni degli obiettivi su cui si muove la collaborazione tra Ansaldo STS e Università di Genova, sui temi legati a intelligenza artificiale e Data Analysis, che fa un nuovo passo avanti con la nascita del laboratorio congiunto RAIDLab Railway Artificial Intelligence and Data Analysis Laborator.

Grazie a questo accordo, della durata di 5 anni, si andrà a creare un luogo dove favorire il trasferimento di competenze tra accademia e industria e permettere ai giovani neolaureati di perfezionarsi su temi di ricerca applicata. L’Università di Genova contribuirà al laboratorio con know-how, attività di ricerca, trasferimento tecnologico e formazione su Artificial Intelligence e su Data Analysis applicate al settore del segnalamento ferroviario. Ansaldo-STS, invece, finanzierà un ricercatore a tempo determinato che sarà il responsabile scientifico del laboratorio e ne guiderà l’evoluzione per il tempo della convenzione.

Tre aree di interesse, ricerca, servizi e formazione

Le iniziative e le attività svolte all’interno di RaidLAB riguarderanno tre aree tematiche:

  • Ricerca: attivazione di programmi e attività di studio e ricerca su tecnologie e metodologie innovative; la partecipazione congiunta a programmi di ricerca nazionali e internazionali, di comune interesse; la definizione di metodologie, protocolli e standard comuni; l’organizzazione di convegni su tematiche di comune interesse;
  • Servizi: fornitura ad Ansaldo STS di supervisione scientifica e consulenza sulle metodologie, bestpractice, tecniche ed algoritmi; lo studio, la sperimentazione e lo sviluppo di prove di concetto relativamente a tecniche, metodologie e algoritmi innovativi; l’attivazione di specifici contratti per lo svolgimento di studi e applicazioni di tecniche a specifici obiettivi di ricerca e sviluppo;
  • Formazione: svolgimento di tesi; lo svolgimento di tirocini formativi; l’attivazione di contratti di alto apprendistato, borse di dottorato, assegni di ricerca e cattedre convenzionate; lo svolgimento di studi e di ricerche a completamento di attività didattiche; lo svolgimento di attività didattiche (supporto ai corsi ufficiali, corsi a contratto, corsi integrativi, ecc.); l’organizzazione di incontri, seminari etc. per approfondire temi specifici; l’organizzazione di attività formative o di riqualificazione aziendale con docenza universitaria; la preparazione di materiale didattico (testi, video, etc.); lo svolgimento di stage presso Ansaldo STS e società ad essa collegate e/o partecipate.

Intelligenza artificiale per reti ferroviarie sicure e razionalizzate

A promuovere l’iniziativa Davide Anguita, che ricorda come il laboratorio sia nato da una lunga collaborazione tra Ansaldo STS e il DIBRIS, il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell’ateneo genovese. “Il tema principale è quello dell’intelligenza artificiale e dell’analisi dei dati – spiega Anguita – le sfide tecnologiche oggi sono molto importanti e pensiamo, insieme ad Ansaldo, con la quale collaboriamo da tempo, di portare innovazione in tutto il sistema del trasporto ferroviario e sui sistemi complessi che vi agiscono”.

Allo studio, quindi, numerosi progetti che permetteranno al sistema ferroviario di essere ottimizzato e, di conseguenza, offrire una sempre maggiore sicurezza. “L’intelligenza artificiale e l’analisi dei dati – spiega Anguitta – possono essere fondamentali nel tema delle manutenzioni predittive, che permettono di capire in anticipo come reagirà il sistema. E poi anche in tutto ciò che riguarda l’integrazione verso gli operatori per aiutarli prendere decisioni sempre più veloci ma, al tempo stesso, sicure, all’interno di un sistema complesso come quello ferroviario.


“Noi abbiamo già tanti progetti in essere – spiega – uno di questi, che è già partito, tratta la gestione delle informazioni che, dai sistemi, vanno verso gli operatori. Favorirli nella scelta migliore quando, davanti a un quadro sinottico enorme,e devono prendere decisioni in breve tempo. Questo è un lavoro che stiamo portando avanti assieme ad altri partner europei, come l’università di Costanza, che aiuterà Ansaldo a creare sistemi migliori”.

Investire nella ricerca per migliorare la rete

La sfida tecnologica del presente è realizzare strumenti di gestione e controllo, spiegano da Ansaldo Sts, che permettano ai sistemi ferroviari un sempre maggiore livello di automazione e intelligenza. Pensare al domani significa lavorare oggi ad un sistema complesso e integrato che, mettendo a sistema tutte le informazioni disponibili, semplifichi l’esperienza di viaggio e quindi la fruibilità del servizio di trasporto.

“Questo è l’obiettivo del progetto – sottolinea Ansaldo Sts in una nota – che si prefigge di innovare, integrare e migliorare le politiche di gestione e la conoscenza dello stato dei sistemi di trasporto, attraverso l’uso integrato delle tecnologie innovative quali Artificial Intelligence e Big Data. L’azienda, fondata nel capoluogo ligure nel 1853, è pronta a giocare il proprio ruolo, grazie anche alla presenza del Gruppo Hitachi, attraverso il lavoro sinergico con le eccellenze locali per continuare il percorso di crescita portato avanti fino ad oggi”.

Ricercatori, borse di studio e assegni di ricerca

Ansaldo, quindi, ha fatto un investimento importante, finanziando un ricercatore del dipartimento. A breve, quindi, sarà lanciato un bando internazionale per cercare un persona che abbia competenze sia sull’intelligenza artificiale che sui sistemi ferroviari. Ma oltre a questo saranno lanciate borse di studio e assegni di ricerca per neolaureati, non solo genovesi, per iniziare a collaborare su questi temi.

“Il finanziamento da parte di Ansaldo STS di un ricercatore universitario, che avrà tra gli altri il compito di guidare il laboratorio congiunto sui temi dell’Intelligenza Artificiale applicata al segnalamento ferroviario – spiega Il Direttore del DIBRIS, Enrico Puppo – è un segnale molto positivo che il mondo industriale offre ai giovani che vogliono intraprendere la difficile strada della ricerca accademica in Italia”.

“Ma questa è anche una dimostrazione dell’eccellenza della ricerca e della didattica del nostro dipartimento su questi temi. Ansaldo STS ha sede a Genova ma compete sui mercati internazionali e opera in tutto il mondo, siamo quindi convinti – conclude Puppo – che sia un partner ideale per sviluppare progetti di ricerca scientifica avanzata che trovi immediate applicazioni industriali.”

 

Fabrizio Cerignale

Giornalista professionista, con in tasca un vecchio diploma da perito elettronico. Free lance e mobile journalist per vocazione, collabora da oltre trent’anni con agenzie di stampa e quotidiani, televisioni e siti web, realizzando, articoli, video, reportage fotografici. Giornalista generalista ma con una grande passione per la tecnologia a 360 gradi, da quella quotidiana, che aiuta a vivere meglio, alla robotica all’automazione.

    Fabrizio Cerignale ha 313 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabrizio Cerignale

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Pin It on Pinterest