La Formula E e il Jaguar I-Pace eTrophy sbarcano a Roma: sabato i gran premi della mobilità sostenibile

Sabato 13 aprile le strade dell’Eur di Roma si trasformeranno in un affascinante circuito automobilistico: 2,8 km di curve e rettilinei lungo i quali sfrecceranno (silenziosamente) le 22 vetture elettriche che prenderanno parte all’E-Prix dell’ABB Formula E.

Quella di Roma, dove sono attesi 35 mila spettatori, sarà la settima delle 13 tappe che, nella stagione 2018-2019, toccano tutti i cinque continenti. Giunta alla sua quinta stagione, l’innovativa competizione motoristica si presenta profondamente rinnovata sia nel regolamento, orientato ad offrire al pubblico maggiore spettacolo, sia nelle vetture, che dopo quattro stagioni presentano un importante step evolutivo che ne va a modificare estetica e, soprattutto, performance.

Le novità di questa stagione

Le diverse modifiche apportate a questa seconda generazione di vetture, soprattutto nella parte relativa all’alimentazione elettrica, consentono ai bolidi verdi di percorrere l’intera gara senza che si renda necessario procedere al cambio di vettura. Il pacco batterie offre ora una potenza massima di 250 kW, utilizzabile nelle qualifiche, e una potenza in gara di 200 kW, a cui potranno essere “aggiunti” ulteriori kW con il FanBoost (un premio al pilota più votato dal pubblico) e l’Attack Mode.


Le nuove vetture di Formula E sono più veloci di 50 km/h rispetto a quelle di prima generazione: arrivano ora a 280 km/h e sono in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi.

L’ABB Formula E nasce con obiettivi non dissimili da quelli che hanno garantito il successo della più nota Formula 1: essere una “palestra di innovazione” nella quale sperimentare, ma in questo caso soprattutto dimostrare, l’efficacia delle nuove tecnologie che saranno il cuore della mobilità urbana di prossima generazione.

Le tecnologie ABB per la Formula E e il Jaguar I-Pace eTrophy

L’ABB Formula E è quindi un banco di prova competitivo per le tecnologie di elettrificazione e digitalizzazione e contribuisce a migliorare la progettazione e la funzionalità dei veicoli elettrici e delle relative infrastrutture. Per questo dallo scorso anno ABB ha scelto di diventare title partner del campionato (e lo sarà per sette campionati).

Per la multinazionale elvetica l’accordo, siglato a gennaio 2018, ha l’obiettivo di associare il marchio ABB a una manifestazione che è una vetrina d’eccezione per temi come la smart city, la digitalizzazione, le infrastrutture e la mobilità sostenibile: tutti ambiti sui quali ABB si propone come player di riferimento sul mercato.

Ma il rapporto tra ABB e le competizioni elettriche non si limita solo all’ABB Formula E. Da quest’anno infatti nelle stesse giornate dell’ABB Formula E si terrà anche il Jaguar I-Pace eTrophy, una nuova competizione sportiva alla quale partecipano vetture derivate da quelle in commercio.

Di questo campionato ABB è di cui ABB è “official charging partner”. Le vetture che partecipano alle gare vengono infatti ricaricate durante l’evento con i caricabatterie rapidi compatti Terra 53 DC di ABB. Si tratta di una versione compatta (per esigenze di trasporto) dei caricabatterie Terra 54 DC che ABB costruisce nel suo stabilimento di Terranuova Bracciolini in Toscana, che ABB sta installando in tutto il mondo.

Grazie a questa tecnologia le auto del Jaguar I-Pace eTrophy possono immagazzinare in soli otto minuti energia sufficiente a percorrere fino a 200 km.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 959 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest