E-llum Soldering, una rivoluzione nel mondo della saldatura

Scardinare le tecnologie usate fino a oggi nella saldatura moderna con un prodotto che permette di alimentare la strumentazione solo nel momento in cui c’è bisogno, limitando così gli sprechi di energia e la manutenzione delle macchine. È questa la tecnologia E-llum Soldering, un innovativo sistema di riscaldamento e saldatura che ha la qualità di adattarsi qualsiasi materiale, dai polimeri all’alluminio.

È con questo prodotto che E-Wenco srl, start up innovativa, si presenta a SPS Italia, dove porterà e presenterà il “cuore dell’azienda”, ovvero tutta la famiglia dei propri prodotti.

Prodotti che sono destinati sia alla saldatura in linea continua che alla saldatura a spot di materiali polimerici anche a basso spessore. Si tratta, principalmente, di soluzioni, costituite da un apparato termo-trasduzionale brevettato (E-llum Technology), che sono destinate, principalmente, al “film di packaging”, come possono essere gli avvolgitori di valige negli aeroporti, piuttosto che altre forme di impacchettamento. “In Sps porteremo la capacitá aziendale di innovare- sottolinea Davide Guerra, di E-Wenco – che ci ha permesso di mettere a punto una tecnologia che scardina gli stereotipi della saldatura dei film e porta sul mercato una famiglia di dispositivi con effetti dirompenti per il mercato”.

Come funziona E-llum Technology

La tecnologia messa a punto da E-Wenco, chiamata E-llum Technology, applicata ad esempio nei prodotti della famiglia E-llum Soldering, annulla i tempi di riscaldo, eroga la corretta energia termica, limita le imperfezioni e gli scarti di produzione; efficienta il sistema offrendo:

▪ un’elevatissima efficienza (oltre 90%)
▪ una istantanea velocità di risposta (da 0 a 800°C in pochi secondi)
▪ una puntuale, personalizzata e controllata erogazione del calore.


Nei processi estremamente delicati, inoltre, dove è importante il controllo di temperatura e la precisione delle saldature, E-llum Soldering diventa anche una buona alternativa agli ultrasuoni.

“La nostra tecnologia di saldatura permette di mantenere il saldatore sempre freddo e far salire o scendere la temperatura solo nel momento in cui serve – sottolinea Guerra – se faccio una saldatura di 3 secondi ogni minuto, quindi, il mio saldatore sarà caldo per 3 secondi e freddo per i restanti 57, mentre nelle tecnologie tradizionali il saldatore spesso resta caldo per tutta la giornata di lavoro, e viene usato solo quando serve, con un forte spreco di energia, e con i problemi di sicurezza derivanti dall’avere avere un dispositivo sempre caldo vicino a un operatore. I vantaggi, quindi, sono di un minor consumo energetico, meno fasi di rischio, ma anche un minor bisogno di manutenzione perché un saldatore acceso solo per pochi secondi soffre meno”.

Induzione anche su materiali amagnetici

La macroarea dei prodotti E-llum Soldering si divide in due famiglie di prodotti, una per saldatura in linea su superfici e una su tubazione. “In questo caso parliamo di materiali polimerici che, però, si possono accoppiare anche con metalli – prosegue Guerra – la nostra, infatti, è una tecnologia basata sull’induzione elettromagnetica ma totalmente innovata. Chi usa la classica tecnologia a induzione elettromagnetica lo fa usando materiali ferromagnetici, come ferro, nichel e cobalto, mentre noi siamo gli unici a fare induzione direttamente su materiali amagnetici. La nostra tecnologia, dunque, permette di utilizzare alluminio, rame, titanio, argento ed altri materiali non ferromagnetici con efficienze e prestazioni di impiego superiori a quelle dei classici materiali ferromagnetici”.

I mercati di riferimento

Vocazione internazionale, ma senza dimenticare l’Italia nella scelta di mercato di E-Wenco che punta, principalmente su quei paesi in cui il costo dell’energia elettrica è inferiore. “Per quello che riguarda il mercato di riferimento – sottolinea Guerra – noi siamo internazionali anche perché la nostra è una tecnologia che usa l’energia elettrica e produce calore, e l’energia elettrica, a oggi, in Italia è abbastanza cara rispetto al resto del mondo. Abbiamo comunque importanti settori di penetrazione anche nel nostro paese perché rivoluzionando in modo così profondo i processi industriali classici, consumiamo talmente poca energia che il processo, che utilizza la nostra tecnologia E-llum, alla fine risulta comunque conveniente”.

Fabrizio Cerignale

Giornalista professionista, con in tasca un vecchio diploma da perito elettronico. Free lance e mobile journalist per vocazione, collabora da oltre trent’anni con agenzie di stampa e quotidiani, televisioni e siti web, realizzando, articoli, video, reportage fotografici. Giornalista generalista ma con una grande passione per la tecnologia a 360 gradi, da quella quotidiana, che aiuta a vivere meglio, alla robotica all’automazione.

    Fabrizio Cerignale ha 312 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabrizio Cerignale

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Pin It on Pinterest