Sul mercato la nuova versione del software KEPServerEX, distribuito da EFA Automazione

Kepware, azienda del gruppo PTC, ha rilasciato la versione 6.7 di KEPServerEX, piattaforma software dedicata alla connettività che, in Italia, è distribuita da EFA Automazione. KEPServerEX è una soluzione pensata per offrire in uno tutto quanto serve per gestire in modo semplice e sicuro la connettività industriale.

Le caratteristiche di KEPServerEX

Base indispensabile per implementare efficacemente un processo di digital transformation, la connettività rappresenta le fondamenta su cui qualsiasi software – Scada, MES/ERP o qualsiasi altra soluzione IoT industriale – e qualsiasi dispositivo che genera dati deve poggiare la propria operatività. KEPServerEX è una piattaforma software universale, che consente di implementare servizi di connettività praticamente senza alcuna limitazione. L’ultima versione 6.7 è stata arricchita con funzionalità che estendono ulteriormente le capacità di integrazione.

Sul sito di EFA Automazione è possibile scaricare gratuitamente la versione di prova. La versione Trial di KEPServerEX include tutte le funzionalità, ma rimane operativa per 2 ore. La demo può essere riutilizzata in qualsiasi momento semplicemente fermando e riavviando l’applicazione. Non esistono limitazioni al numero di canali, dispositivi e tag.

La nuova release

Di seguito, le principali novità.

Funzioni avanzate per la gestione dei più comuni utensili di serraggio in commercio:

  • Connettività ottimizzata per la nuova utensileria Atlas Copco, azienda leader in ambito di dispositivi di assemblaggio;
  • Gestione dei MID (Message ID) a supporto degli utensili che utilizzano il Torque Tool Open Protocol.

Nuove opzioni di configurazione remota sicura mediante API:

  • Possibilità di effettuare la configurazione di sistema e dei plug-in da postazioni o server remoti;
  • Nuove API per la configurazione del DataLogger Advanced plug-in e del KEPServerEX User Manager.

Nuovi strumenti di sicurezza per garantire la distribuzione sicura dei server:

  • Nuove modalità di gestione dei permessi per gli utenti standard di Windows;
  • Supporto dei criteri di sicurezza OPC UA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.