Alla costante ricerca di nuovi approcci alla stampa 3D, Wasp mette il pellet al centro della tecnologia additiva e si spinge fino ad una nuova applicazione: la stampa del pellet di peek.

La novità sarà presentata la prossima settimana, dal 19 al 22 novembre, alla fiera Formnext di Francoforte.

Le novità offerte da Wasp

Una delle novità più interessanti che sarà esposta nello stand di Wasp è la nuovissima Delta Wasp 2040 Tech, una stampante che inaugura una nuova linea e che monta un estrusore Pellet HD ad alta precisione.


La novità assoluta di questa macchina è che, anche grazie alla temperatura elevata della camera, interamente coibentata in acciaio inox, è possibile stampare pellet di peek.

La Delta Wasp 2040 Tech è il frutto della ricerca del settore medicale di Wasp ed è nata per raggiungere l’obiettivo di stampare protesi impiantabili in peek certificato a costi accessibili. L’azienda italiana sta sviluppando il processo grazie alla preziosissima collaborazione di Villiam Dallolio, neurochirurgo di grande esperienza che guida le scelte dei materiali e dei processi in ambito stampa 3D medicale.

Stampare pellet di peek è senza dubbio un’applicazione rivoluzionaria e la ricaduta di questa novità su tutta la linea di stampanti Wasp è straordinaria. L’azienda può ora tranquillamente affermare che la stampa di qualsiasi materiale plastico in pellet è possibile con le macchine che presenta al Formnext.

Delta Wasp 3MT Concrete

Nello stand di Wasp oltre alla Delta Wasp 2040 Tech verrà montata una Delta Wasp 3MT Concrete. Anche questa è una novità. Si tratta di una macchina in cui, grazie all’esperienza maturata in campo architettonico dall’azienda italiana, è stato ottimizzato un sistema certificato per la stampa 3D di materiali fluidodensi di grandi dimensioni. Inoltre sarà presente una Delta Wasp 3MT Industrial 4.0 con caricatore continuo ed estrusore ottimizzato per la stampa 3D di polimeri totalmente riciclati.

Oltre ad essere una soluzione per le applicazioni medicali sempre più avanzate, Wasp ha individuato nella stampa del pellet la risposta ai bisogni sempre più indispensabili di riciclo dei materiali plastici, ma anche alla necessità di produrre pezzi su misura per l’arredamento e più in generale per lo sviluppo, sotto forma di progetti concreti dei temi che l’azienda guidata da Massimo Moretti ha da sempre individuato: cibo, casa, salute, energia, lavoro, cultura.

 

 

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

    Valentina Repetto ha 75 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Valentina Repetto

    Un pensiero riguardo “Wasp e la nuova stampa 3D del pellet di peek

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.