Cambio di proprietà per Engineering, ma ci sarà “continuità di guida e strategia”

Entro la fine di aprile Engineering Ingegneria Informatica S.p.A. avrà un nuovo assetto azionario: NB Renaissance Partners (NBRP) e i fondi gestiti da Apax Partners venderanno le loro quote del capitale della società di ingegneria italiana.

I nuovi acquirenti sono Bain Capital Private Equity e la stessa NBRP che tornerà a investire in Engineering attraverso nuovo capitale da fondi diversi.

A seguito dell’operazione il nuovo assetto societario vedrà quindi NBRP e Bain Capital detenere congiuntamente il controllo della società, affiancati da un re-investimento da parte del senior management e in particolare dell’Amministratore Delegato Paolo Pandozy, a cui gli azionisti per il conseguimento di una continua e robusta crescita hanno confermato la fiducia affidandogli la guida del Gruppo verso nuovi decisivi traguardi. Il fondatore Michele Cinaglia continuerà a mettere a disposizione della Società la sua grande esperienza e forte leadership.

L’operazione è finanziata da alcune delle maggiori banche italiane (tra cui Banca IMI/Intesa Sanpaolo e Unicredit) ed europee (BNPP, Credit Suisse e Deutsche Bank) e punta a rafforzare il ruolo di sistema assunto dal Gruppo Engineering sia sul fronte dell’innovazione, sostenuta da ingenti capitali destinati alla Ricerca e Sviluppo, sia sul fronte dell’aggregazione di numerose eccellenze tecnologiche italiane.

Il closing dell’operazione, soggetto al soddisfacimento delle condizioni sospensive, è previsto entro la fine di aprile.

Michele Cinaglia, fondatore e Presidente di Engineering, ha sottolineato come “grazie all’intesa con tutti gli azionisti ci sarà continuità di guida e strategia che, sono certo, offrirà ancora moltissime possibilità di crescita su tutti i livelli, di business, professionali e umani”.

“Il Gruppo Engineering è un attore chiave nella digitalizzazione, che grazie alle competenze, alla sua affidabilità e capacità di innovazione ha saputo costruire una relazione forte con i propri clienti, e una solida reputazione”, ha dichiarato Luca Bassi, Managing Director di Bain Capital Private Equity. “Crediamo che il Gruppo Engineering abbia il potenziale per crescere ulteriormente in un mercato ancora molto frammentato, sia organicamente che attraverso acquisizioni, e non vediamo l’ora di collaborare con il management team e Neuberger Berman per accelerare questo processo, come abbiamo fatto in altre aziende tecnologiche italiane, come Teamsystem, Nexi e Cerved”.

“L’Italia già esprime moltissime straordinarie eccellenze che Engineering, unitamente alle proprie competenze interne in continua crescita, è pronta ad aggregare per contribuire a consolidare, anche a livello internazionale, il ruolo che il nostro Paese merita anche nel settore tecnologico e digitale”, dice Paolo Pandozy, CEO di Engineering. Il riferimento è alle 19 acquisizioni che il gruppo ha operato dalla nuova gestione iniziata nel 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ membro del Consiglio Direttivo di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.