Mungitura robotizzata efficiente grazie all’uso di telecamere 3D

DeLaval, società svedese tra i principali fornitori di prodotti e soluzioni nell’industria del latte, ha sviluppato un nuovo sistema di mungitura volontaria più avanzato rispetto ai robot di mungitura convenzionali. Mentre i robot di mungitura di solito hanno problemi ad attaccarsi in modo affidabile alla mammella, DeLaval VMS V300, la nuova generazione del collaudato DeLaval VMS, riesce a gestire questa fase con un tasso di successo del 99%. La ragione di questo successo è il sistema di telecamere 3D installato nel braccio multifunzione del robot.

In Germania sono 4,2 milioni le mucche da latte che producono latte fresco. Ognuna di queste mucche fornisce una media di 22,6 chilogrammi di latte ogni giorno, per un totale di 94,9 milioni di chilogrammi di latte al giorno. Ci vorrebbe un abile mungitore e più di 1.500.000 ore per raccogliere manualmente una tale quantità di latte. Ma al giorno d’oggi, grazie alla digitalizzazione e all’automazione, nessuno ha più bisogno di mungere manualmente. I robot di mungitura alleviano gli agricoltori dal duro lavoro fisico, risparmiando così più tempo da dedicare ad altri lavori da svolgere in azienda.

Come funziona DeLaval VMS V300

DeLaval VMS è un sistema di mungitura automatico e volontario. Ciò significa che le mucche entrano nel robot o possono rifiutare l’ingresso. Il robot rileva quale animale è entrato e regola la stimolazione della mungitura e la pulizia singolarmente per ogni tettarella. Ciò garantisce un processo di mungitura particolarmente delicato e attento, molto rilassato per l’animale e che favorisce la salute delle mammelle.

La salute delle mucche viene monitorata con l’ausilio di sensori aggiornati che rendono possibile un’efficace gestione della mandria. Il sistema rileva se i singoli animali necessitano di particolare attenzione durante la mungitura e ne informa l’agricoltore.
Il tempo di lavoro richiesto per la mungitura viene ridotto e la resa del latte viene massimizzata. DeLaval VMS garantisce un funzionamento più produttivo indirizzando la manodopera verso altre occupazioni.

Il braccio multifunzione del robot che munge, raccoglie il colostro e spruzza la mammella con uno spray per le tettarelle, è dotato di un sensore O3D di ifm electronic. La tecnologia a tempo di volo del sensore fornisce al robot un’immagine 3D precisa grazie alla quale è in grado di rilevare in modo affidabile la mammella della mucca.

Non è più necessario “l’apprendimento” della posizione della tettarella come accade per i sistemi di mungitura convenzionali. Sia nella fase di fissaggio ai capezzoli, sia nella nebulizzazione con lo spray per la tettarella, il DeLaval VMS V300 ha una precisione e una percentuale di copertura del 99%. L’uso della tecnologia 3D rende possibile una nuova generazione di robot di mungitura.

Il sistema di mungitura DeLaval VMS V300 utilizza l’innovativo sensore O3D di ifm. Con il sensore O3D è possibile registrare e valutare scene in tempo reale in tre dimensioni.

 

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.