Ecco SPAC EasySol 21, la nuova versione del CAD per la progettazione degli impianti fotovoltaici

SDProget Industrial Software, società che sviluppa software di progettazione per l’Automazione CAD, ha presentato SPAC EasySol 21, la nuova versione del CAD per gli impianti fotovoltaici dedicata alla preventivazione e alla progettazione, con comandi ancora più performanti.

La nuova release è in grado di redigere automaticamente tutta la documentazione progettuale e le analisi di producibilità, i disegni degli schemi unifilari e multifilari in formato DWG, consentendo anche di elaborare automaticamente, in formato Doc, la relazione tecnica, il preventivo economico e il business plan.

Ma non solo: SPAC EasySol 21 (disponibile in versione autonoma o come modulo opzionale del CAD elettrico SPAC Start Impianti 21) permette di generare in automatico la Dichiarazione di Conformità e includere le distinte materiali realizzate con SPAC Start Impianti o EasySol.

Le nuove funzioni di SPAC EasySol 21

Ecco tutte le funzioni che saranno possibili con la nuova versione del CAD per gli impianti fotovoltaici di SDProget Industrial Software.

Con pochi click, SPAC EasySol 21 garantisce l’accesso a SPAC Data Web, la più vasta libreria di componenti elettrici sincronizzabile online che consente ai titolari del contratto di manutenzione di accedere ad un database dei materiali sempre aggiornato. Utilizzando questo CAD, il progettista ha a portata di mano anche un database sempre aggiornato e comprensivo delle schede tecniche in formato PDF di inverter, batterie e moduli.

Il CAD contiene il catalogo dei dati di irraggiamento delle località di tutto il mondo. Grazie a questa caratteristica, il software è in grado di preventivare e lavorare con tutti i Paesi del mondo, offrendo la possibilità di aggiungere le località prendendo i dati sia da siti web sia da altre fonti.

Utilizzando SPAC EasySol 21, è possibile configurare automaticamente le stringhe dei moduli in base alla potenza, alle correnti o alle tensioni dell’inverter selezionato. La nuova release infatti permette di creare inverter con stringhe non omogenee oppure sfruttare ingressi Multi MPPT differenti.

Con il nuovo CAD è possibile scegliere di progettare con priorità dei moduli o degli inverter. Nel caso si scegliesse di impostare il progetto iniziando dai moduli, il software mostrerebbe una selezione di inverter adeguati al corretto accoppiamento elettrico; se invece la priorità dovesse ricadere sull’inverter, il CAD provvederebbe ad elaborare la disposizione e le quantità ottimali dei moduli per un adeguato accoppiamento elettrico.

SPAC EasySol 21 permette di eseguire l’analisi economica e il calcolo delle detrazioni (Detrazione IRPEF, Ammortamenti Fiscali, Decreto FER ed Ecobonus 110%) generando automaticamente un file Excel e un grafico con il flusso di cassa dell’investimento, il Payback e il ricavo totale.

Permette inoltre di creare un dossier dedicato all’impianto. Con la nuova versione si possono stampare tutti i documenti raggruppandoli in un unico file contenente il disegno, le relazioni tecniche ed economiche e i PDF dei materiali utilizzati.

Il nuovo comando Dbcenter permette di trascinare dagli archivi i simboli dei pannelli su una planimetria, i simboli elettrici di un disegno funzionale oppure le sagome per i topografici.

SPAC EasySol 21 è una release dai comandi ancora più performanti: all’interno del disegno di schemi unifilari e multi filari si possono inserire morsetti, morsettiere automatiche, fili e la legenda delle funzioni. Oltre ad utilizzare questi comandi, il software consente di effettuare Cross Reference, ovvero di creare rimandi alle pagine tra i fili, le alimentazioni e i relè-contatti. Il CAD permette anche di stampare la distinta dei materiali direttamente sul disegno oppure di creare un file Excel.

SPAC EasySol 21 dispone anche di un nuovo comando che genera QR-Code per ogni componente. In questo modo sarà possibile comunicare le informazioni attraverso l’App QRSpac disponibile gratuitamente negli store iOS e Android.

Con la nuova release del CAD è infine possibile gestire la configurazione dei parametri del climatizzatore in base alla superficie e all’utilizzo e scegliendo la batteria in base ai consumi stimati.

Francesco Bruno

Giornalista professionista, laureato in Lettere all'Università Cattolica di Milano, dove ha completato gli studi con un master in giornalismo. Appassionato di sport e tecnologia, compie i primi passi presso AdnKronos e Mediaset. Oggi collabora con Dazn e Innovation Post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.