Alumotion distribuisce i robot AMR GoPal di Robotize per l’intralogistica

Alumotion ha annunciato che distribuirà le automazioni robotiche per la logistica di Robotize, azienda danese specializzata sin dai suoi esordi nella progettazione e produzione di AMR – Automatic Mobile Robot – per l’intralogistica in magazzini e fabbriche.

Le sue soluzioni si chiamano GoPal, una serie di piattaforme semoventi e baie di prelievo che rendono possibile la movimentazione dei pallet in tutta sicurezza, con semplicità. Usare gli AMR GoPal di Robotize permette di automatizzare le attività senza bisogno di predisporre l’ambiente di lavoro con percorsi dedicati, corsie riservate, installazione di gabbie e altri interventi.

Gli AMR sono infatti un particolare tipo di AGV che grazie a tecnologie innovative rendono più veloce, semplice ed efficiente l’automatizzazione della movimentazione intralogistica.

Funzioni integrate di navigazione LIDAR (dall’inglese Light Detection and Ranging) e l’intelligenza artificiale, permettono ai robot mobili automatici GoPal di Robotize di riconocere in ogni momento la loro posizione, stabilire la distanza rispetto agli operatori e agli oggetti che si trovano nello stesso ambiente e orientarsi mentre si muovono, costantemente. In questo modo si evita il rischio di impatti accidentali con persone o cose, mentre queste possono continuare a spostarsi liberamente senza particolari cautele e attenzioni. Addirittura in caso di passaggio ostruito i GoPal individuano in autonomia un percorso alternativo e lo seguono (cosa che invece i normali AGV non sono in grado di fare). Espandere l’area di lavoro o modificare la mappa del percorso diventa possibile con gli AMR, che rappresentano una soluzione intelligente e particolarmente apprezzabile per versatilità.

La prima installazione e la configurazione dei sistemi Robotize sono molto immediate, plug&play: una volta individuate le posizioni di partenza, l’attività può essere impostata e iniziata nel giro di poche ore, grazie alla piena compatibilità di tutti gli elementi tra loro.

I GoPal di Robotize sono in grado di ruotare sul proprio asse. Questa caratteristica li rende più compatti e manovrabili, agevolando l’impiego anche in spazi ridotti: in particolare possono funzionare già in corsie di trasporto ottimizzate sulle dimensioni dei transpallet.

I veicoli GoPal sono predisposti per gestire ogni standard di pallet: Eur, Eur industriali, Usa / GB. La capacità di carico massima è di 1.500 kg!

Il carico e lo scarico dei pallet avviene presso apposite stazioni dedicate, chiamate “GoPal Pallet Stations”: queste sono disponibili in diversi modelli, con capacità variabili, per permettere di realizzare la configurazione più adatta in base alle specifiche esigenze dell’applicazione.

Qui entra in gioco un’altra caratteristica che distingue GoPal di Robotize da altre soluzioni AMR: in genere, infatti, i costruttori del settore realizzano solo il veicolo, che deve essere poi integrato con altri dispositivi (con il rischio che si verifichino problemi di compatibilità nelle diverse connessioni).

GoPal di Robotize è invece una soluzione completa, dove al veicolo / sollevatore di carichi si affiancano le baie di prelievo e gli altri accessori necessari per realizzare le diverse movimentazioni.

I GoPal di Robotize sono in grado di realizzare tre diverse modalità di trasporto:

  • semplice, dal fine linea al magazzino
  • complessa, quando è necessario trasferire il materiale di uno stesso bancale su più celle di lavoro differenti
  • seriale, per spostare il materiale tra una cella e l’altra se l’attività sul singolo elemento segue un processo di azioni che si concatenano una dopo l’altra.

I robot GoPal hanno una batteria ricaricabile al litio ferro fosfato (LiFePO4) che garantisce da 8 a 12 ore con una ricarica completa, che richiede solo 45 minuti. Ogni batteria assicura un lungo ciclo di vita, da 5.000+ ricariche complete, ed è comunque facile da sostituire anche in autonomia, per accorciare al minimo il fermo macchina in caso di manutenzione.

Oltre al livello di carica e allo stato della batteria, i sensori integrati a bordo raccolgono e trasmettono in continuazione i dati delle diverse movimentazioni, permettendo di realizzare un monitoraggio accurato, completo e particolarmente dettagliato.

Ecco, a titolo di esempio, alcuni dei report che gli AMR GoPal sono in grado di produrre:

  • numero di ordini elaborati
  • distanza percorsa (parziale e totale)
  • tempo di attività / inattività,
  • numero di sollevamenti eseguiti,
  • errori

I dati vengono trasmessi dai singoli corpi e raccolti da GoControl, un software di facile utilizzo che li processa offrendo la possibilità di analizzarli per introdurre eventuali ottimizzazioni ed efficientamenti in corso d’opera, in qualunque momento.

I sistemi GoPal rappresentano lo stato dell’arte anche in termini di sicurezza in quanto soddisfano ampiamente anche i più severi standard definiti dall’Unione europea. Il loro impiego permette anche di ridurre al minimo l’interazione necessaria tra l’uomo e la macchina e contribuisce a mantenere quel distanziamento tra le persone così importante sia in questa fase di pandemia che per la sicurezza sanitaria degli addetti più in generale.

Tutte le soluzioni Robotize si integrano con facilità nei sistemi gestionali esistenti (ERP/WMS) e possono gestire la coda degli ordini ricevuti, individuando un ordine di priorità tra le missioni.

Il Roi di GoPal Robotize è calcolato in 6-12 mesi – al netto di qualsiasi incentivo, che rende questo tempo ancora più rapido – nel caso in cui si scelga di integrare una sola piattaforma automatizzata per il trasporto dei pallet, mentre per attività più intense e frequenti con 3 GoPal il rientro dell’investimento si riduce ulteriormente, in media, al di sotto dei 6 mesi. Le soluzioni della gamma GoPal sono 4 e si differenziano per la capacità di carico, la distanza di trasporto e la velocità oltre che per la compatibilità con i pallet EUR, 1/2 o USA: i modelli più piccoli e agili trasportano fino a 400 kg mentre le versioni più robuste possono arrivare fino a 1.200 kg o anche 1.500 in particolari condizioni.

Vi è poi tutta una gamma di accessori che consentono di usare al meglio questi dispositivi, per cominciare l’attività in tempi rapidi anche in autonomia.

Robotize ha scelto Alumotion come distributore unico per l’Italia.

“Alumotion è il partner ideale per presentare le nostre soluzioni robotiche per l’intralogistica al mercato italiano, vista la lunga esperienza specialistica nel settore della robotica e in particolare delle soluzioni collaborative come vogliono essere i nostri AMR – spiega Lars Harding Knudsen, Sales Director di Robotize – Non appena entrati in contatto con questa realtà ci siamo subito trovati in sintonia, rendendoci presto conto che parliamo lo stesso linguaggio e abbiamo entrambi l’obiettivo di rendere l’innovazione della robotica industriale alla portata di tutte le aziende: da lì a stipulare un accordo di distribuzione, il passaggio è stato quasi naturale”.

“Robotize è una realtà vivace, propositiva e sempre pronta a migliorarsi, che affronta le sfide imposte da un mercato in continua evoluzione con il piglio di chi cavalca il cambiamento anziché subirlo – dichiara Fabio Facchinetti, Coo di Alumotion – È per questo che crediamo che questa nuova collaborazione possa essere solo un punto di partenza lungo la strada che ci porta a essere sempre più utilmente al servizio dei nostri clienti con soluzioni in grado di rendere più efficiente ogni aspetto della produzione industriale”.

La struttura tecnica e commerciale di Alumotion è disponibile a supportare le aziende interessate a integrare i sistemi GoPal di Robotize per la gestione automatizzata delle attività di intralogistica, supportando dalla fase di progettazione fino alla messa in opera e agli interventi di minima manutenzione periodica che possono aumentare una durata di vita utile già molto apprezzabile.

Il rapporto privilegiato instaurato negli anni con i principali operatori di finanza agevolata in Italia permette agli specialisti della robotica collaborativa con sede a Cernusco sul Naviglio (MI) anche di assistere i clienti che intendono cogliere l’opportunità rappresentata dal credito d’imposta per le tecnologie abilitanti e connesse (come sono queste), che per il 2021 è del 50% e nel 2022 sarà confermato seppur in misura ridotta al 40%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.